È questo un sistema planetario davvero perfetto? Stanno cercando segni di tecnologia aliena al suo interno

Al centro di un sistema planetario ideale c'è una nana arancione chiamata HD 110067. Ci sono sei pianeti in orbita attorno ad essa, ognuno dei quali ha un pianeta in orbita attorno ad essa. Armonia con i mondi vicini.

Come sottolineano gli scienziati, ca Una “stringa” perfetta di risonanze orbitali è estremamente rara nello spazio. Ciò suggerisce che il sistema sia rimasto stabile sin dalla sua formazione, circa un miliardo di anni fa. Il sistema stesso è diventato la pupilla degli occhi degli astronomi. Tuttavia, la sua unicità non risiede solo nelle perfette proporzioni matematiche.

Gli scienziati del SETI Institute la pensano così Questo sistema eccezionale ha fornito le condizioni ideali per la nascita e lo sviluppo della vita.

Gli specialisti ritengono che quanto sopra Sistema planetario Molto interessante, soprattutto quando si tratta di ricercare la vita lì. Pertanto, furono attentamente perquisiti nella speranza di trovare segnali radio che potessero fornire prove dell'esistenza di una civiltà passata o presente.

Se è dentro Cerca firme tecniche Se prendiamo come esempio la Terra, dobbiamo anche tenere conto della propagazione dei segnali radio a noi noti: si diffondono su una distanza di circa 100 anni luce. Pertanto, i segnali potenziali che ci arrivano da un sistema ideale sono al limite della rilevazione.

Nel suddetto sistema ci sono sei diversi mondi più piccoli Nettuno. Si ritiene che sulla superficie di alcuni di essi possa esistere acqua liquida, il che è estremamente importante nel contesto della ricerca della vita come la conosciamo.

READ  PS Plus Extra e Premium per aprile 2024 con 16 giochi. Brillano i giochi di ruolo tattici e gli horror cult dell'era PSX

Per esplorare mondi alieni, gli scienziati del SETI hanno analizzato i dati d'archivio di… Telescopio della Banca Verde Alla ricerca di firme tecniche. Hanno preso spunto dalla tecnologia terrestre per cercare lunghezze d'onda e modelli di segnale adatti.

Sfortunatamente, durante la ricerca Non sono stati trovati segni che indichino la presenza di una civiltà avanzata in questo sistema. Tuttavia, gli astronomi non si arrendono e affermano che torneranno a questo sistema quando appariranno strumenti di misurazione più accurati.

Sebbene non abbiamo trovato alcun segno come risultato di questa ricerca, Ci aspettiamo un ritorno a questo sistema E ad altri piacerà in futuro con metodi di ricerca sempre più sensibili e diversificati. Questo insolito sistema rimane un obiettivo interessante per le future ricerche di impronte digitali, hanno scritto gli scienziati nel loro articolo.

I risultati della ricerca sono stati pubblicati su una rivista scientifica Note di ricerca AAS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto