Baltomor, disastro della nave portacontainer. Incidente simulato con a bordo un giornalista della CNN

Un giornalista della CNN, assistito da specialisti del settore marittimo, ha partecipato alla simulazione di una nave portacontainer che si scontra con un ponte sul fiume Patapsco. L'incidente è avvenuto martedì a Baltimora. La struttura del ponte è crollata a causa della collisione con uno dei supporti.

La nave portacontainer Daly, battente bandiera di Singapore, si è scontrata con il molo del Key Bridge sulla foce del fiume Patapsco mentre lasciava il porto di Baltimora diretta allo Sri Lanka intorno all'1:30 ora locale di martedì. La nave che ha colpito il ponte è lunga 288 metri, più o meno l'equivalente di tre campi da football americano. A bordo c'erano 22 membri dell'equipaggio.

Mercoledì i sommozzatori hanno recuperato i corpi di due delle sei persone dichiarate scomparse dopo il crollo del Francis Scott Key Bridge. Le vittime viaggiavano a bordo di un camion caduto in acqua.

Operazione di salvataggio su un ponte crollato a BaltimoraPAP/EPA/JIM a piedi nudi

Leggi: Ponte crollato, porto bloccato. Dopo il disastro, il trasporto di merci per miliardi di dollari fu vietato

A bordo un giornalista della CNN

Un giornalista della stazione televisiva americana CNN, con l'aiuto di specialisti del settore marittimo, ha partecipato alla simulazione dell'incidente di una nave portacontainer. Nel suo materiale ha detto che “stanno navigando su una nave che sembra una nave portacontainer, ma a bordo c'è un vero capitano, Morgan McManus, che ci dirà cosa sarebbe potuto succedere quando si è verificato il disastro”.

McManus ha spiegato che la nave ha perso potenza e quindi ha perso la capacità di propulsione e governo. – Scattano gli allarmi sulla plancia del capitano e l'equipaggio in servizio cerca di capire cosa sia successo. Un dipendente chiama dalla sala macchine per fornire informazioni sul funzionamento dei motori. McManus ha spiegato che quando la nave si avvicina al ponte, il capitano e l'equipaggio cercano di fare tutto il possibile per impedirlo.

READ  Volo da Londra a Singapore. Una persona è morta e ci sono rimasti feriti

Giornalista della CNN durante una simulazione dell'incidente di una nave portacontainer Rete di notizie via cavo Inc. Tutti i diritti riservati 2024

Il capitano ha spiegato che in tali situazioni potrebbe essere “il motore, la poppa è completa e quando la nave si ferma, puoi stabilizzarla”. – Quando i motori non sono accesi, si può gettare l'ancora, cosa che rallenterà il movimento della nave, ma affinché ciò sia efficace, sono necessari tempo e distanza – ha detto.

L'equipaggio della nave portacontainer Daly gettò l'ancora. Ciò ha consentito all'unità di ridurre la velocità, il che a sua volta ha consentito l'arresto del traffico sul ponte e la prevenzione di ulteriori danni.

Le registrazioni pubblicate che registrano i momenti precedenti al disastro mostrano che la nave portacontainer ha ricevuto energia appena prima di colpire il ponte.

Simulazione di incidenti su navi portacontainer Rete di notizie via cavo Inc. Tutti i diritti riservati 2024

– Deve essere stato molto stressante per l'equipaggio, perché quando tutte le luci sulla nave portacontainer si spensero, era chiaro che la situazione era molto pericolosa. Ecco come appare l'illuminazione di emergenza – ha detto un giornalista della CNN.

“Per decenni, i cadetti della Navy School impareranno come rispondere alle situazioni critiche basate sul disastro di Baltimora”, secondo il Capitano McManus.

Fonte immagine principale: Rete di notizie via cavo Inc. Tutti i diritti riservati 2024

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto