Attacco iraniano. Farnesina: i polacchi sono al sicuro in Israele

Di notte da sabato a domenica L’Iran ha lanciato circa 300 droni e missili contro Israele. Secondo le forze armate israeliane, il 99% dei droni e dei missili sono stati intercettati.

Lo ha detto il portavoce del ministero degli Esteri, Pavel Vroinsky In un'intervista a Polsat News ha detto che il Ministero degli Esteri polacco in quella regione è in allerta.

Secondo le informazioni, l'attacco iraniano ha utilizzato circa 300 missili: droni, missili da crociera e missili balistici. La maggior parte dei droni sono stati abbattuti prima dei confini di Israele, così come i missili da crociera. Alcuni missili balistici sono penetrati nelle difese e sono atterrati vicino a una delle basi dell'esercito israeliano – Rapporto.

“Nessuno dei nostri cittadini è stato ferito”.

Ha aggiunto che ci sono stati “danni”, ma di lieve entità. -Ciò che è importante, Sono stati attaccati principalmente obiettivi militariHa aggiunto che Tel Aviv non è stata attaccata.

– Il nostro ufficio ha ricevuto numerose chiamate da polacchi in Israele. Nessuno di loro è in pericolo – ha sottolineato. Allo stesso tempo, ha ringraziato il Ministero per aver dato seguito agli appelli ad astenersi dal recarsi in Israele.

Vedi: L'attacco dell'Iran a Israele. La reazione del primo ministro Donald Tusk. “Il mondo è sull'orlo del baratro”

– Non ci sono grandi gruppi turistici lì, né gruppi di pellegrini più grandi. COSÌ Nessuno dei nostri cittadini è rimasto ferito in questo attacco – confermato.

Quando gli è stato chiesto dei suoi compatrioti in Israele, ha risposto: “Vedono cosa sta succedendo e sono preoccupati”, ma come ha spiegato: Non ci sono segni di ansia o panico più profondi. Ha aggiunto: “È chiaro che finora non ci sono state vittime civili, quindi i nostri cittadini agiscono con calma e sottomissione”.

READ  Di solito stanca il cervello e gli aggiunge anni. La maggior parte di noi lo fa per ore

“Siamo pronti a evacuare i nostri cittadini”

Froski ha sottolineato che la dichiarazione del Dipartimento di Stato, rilasciata la notte prima dell'inizio dell'attacco, rimane valida.

– Invita alla calma e invita ad astenersi da vari movimenti violenti. Ci auguriamo che questo attacco non si ripeta – ha sottolineato.

Vedi: L'attacco dell'Iran a Israele. “Il mondo nella lobby della terza guerra”

Il viceministro degli Esteri André Segna In un’intervista con TVP Info, ha sottolineato che “se il conflitto si intensifica, aumenterà Siamo pronti a evacuare i cittadini polacchi in qualsiasi momento“.

– Vorrei sottolineare a nome della diplomazia polacca che stiamo monitorando attentamente la situazione. Siamo in contatto con i nostri servizi consolari – ha detto il Vice Ministro.

L’Iran ha attaccato Israele

Le forze armate iraniane hanno descritto l'attacco notturno contro Israele come… In risposta al bombardamento del consolato iraniano a DamascoDove sono stati uccisi numerosi ufficiali iraniani.

Secondo l'esercito israeliano Il 99% è stato abbandonato. Con più di 300 droni e missili. Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu aveva annunciato in precedenza che il suo Paese avrebbe risposto a qualsiasi attacco diretto da parte dell’Iran.

Vedi: Israele respinge l'attacco dei droni iraniani. “Il sistema di difesa non è solo Iron Dome”.

L’Unione Europea e i paesi occidentali, tra cui Canada, Francia, Germania e Regno Unito, nonché il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres, hanno condannato l’attacco iraniano senza precedenti contro Israele. I messaggi indicavano che avrebbe potuto destabilizzare l’intera regione.

Il Ministero degli Affari Esteri polacco ha annunciato sabato sera fino a domenica che la Polonia Condanna fermamente gli attacchi iraniani contro Israele.

READ  Ha intentato una causa contro un prete polacco in Canada. Il motivo è il suo fidanzamento

Ha aggiunto: “Chiediamo all'Iran e ai suoi alleati di dar prova di moderazione e di cessare immediatamente le ostilità”. Ha sottolineato che “la priorità è garantire stabilità e pace nella regione”.

Per saperne di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto