Hanno dispiegato forze enormi. I russi vogliono riconquistare un’altra zona [RELACJA NA ŻYWO]

La guerra in Ucraina continua. Martedì è l’846° giorno dell’invasione russa. Le forze russe hanno mobilitato una grande forza militare per riconquistare Borov nella regione di Kharkiv. Furono raccolti circa 10.000 soldati e 450 pezzi di equipaggiamento pesante, inclusi 200 sistemi di artiglieria. Sul posto opera la 3a brigata ucraina, ma le sue risorse sono incomparabilmente inferiori. L’anno scorso anche la Russia ha tentato di attaccare nella regione, ma non riuscendoci ha interrotto le sue operazioni. Segui la copertura in diretta di Wirtualna Polska.

Le informazioni più importanti

I droni ucraini distruggono l’equipaggiamento russo al fronte.

I media hanno riferito che l’Italia sta pianificando di trasferire i missili da crociera a lungo raggio Storm Shadow/SCALP-EG all’Ucraina.

Nel maggio 2015, la Russia ha adottato una legge che consente alle autorità di ritenere indesiderabili sul territorio della Federazione Russa le ONG straniere e internazionali, nonché le società, se “rappresentano una minaccia alle basi dell’ordine costituzionale, della difesa o della sicurezza russa”. L’inclusione nell’elenco delle organizzazioni indesiderate significa il divieto di qualsiasi attività in Russia. Le violazioni del divieto sono punibili con multe e reclusione.

In seguito all’attacco all’Ucraina nel febbraio 2022, la Russia è stata esclusa dal Consiglio d’Europa e, dal 16 settembre 2022, non è più parte della Convenzione europea dei diritti dell’uomo, ma è responsabile delle violazioni davanti alla Corte europea dei diritti dell’uomo commesso prima di tale data. .

Inoltre, nel 2021, ai cittadini russi è stato vietato di partecipare alle attività di queste organizzazioni.

La Corte ha ritenuto che la legge in questione non definisse con sufficiente precisione gli atti riprovevoli compiuti dalle organizzazioni e definisse in modo vago i motivi che potevano giustificare la concessione loro dello status di organizzazioni indesiderabili. “Queste carenze fanno sì che la legge venga applicata in modo imprevedibile”, ha sottolineato, aggiungendo che essa non protegge da un potere esecutivo quasi illimitato.

In questo modo, la Russia – come ha rilevato la Corte europea dei diritti dell’uomo – ha violato la Convenzione europea dei diritti dell’uomo nel campo della libertà di associazione e della libertà di espressione.

Martedì la Corte europea dei diritti dell’uomo ha ordinato alla Russia di pagare centinaia di migliaia di euro a quattro associazioni e circa 80 persone in relazione alla legge sulle organizzazioni indesiderate adottata nel 2015.

Mappa attuale degli allarmi antiaerei in Ucraina.

Hanno dispiegato forze enormi.  I russi vogliono riconquistare un’altra zona [RELACJA NA ŻYWO]

© alerts.in.ua

Il quotidiano italiano Il Fatto Quotidiano ha riferito che l’Italia potrebbe trasferire i missili Storm Shadow all’Ucraina. I missili di precisione a lungo raggio faranno parte del prossimo pacchetto di aiuti militari italiani all’Ucraina. I missili Storm Shadow sono in grado di colpire con precisione bersagli a distanze fino a 300 chilometri.

L’esercito russo ha dichiarato di aver distrutto il deposito di munizioni della 44a brigata di artiglieria ucraina. Secondo le informazioni fornite dal Ministero della Difesa russo. I russi hanno sparato anche contro le fabbriche che producono droni. Il ministero afferma che il deposito di munizioni distrutto veniva utilizzato “per scaricare e distribuire armi ed equipaggiamento militare occidentali”.

La Germania ha informato la NATO della sua spesa per la difesa stimata nel 2024, che ammonta a 90,6 miliardi di euro. Questa somma corrisponde ad una quota del PIL previsto del paese del 2,12%, e Berlino quindi supera i requisiti della NATO di stanziare almeno il 2% per questo scopo. prodotto interno lordo.

Nel contesto dell’invasione russa dell’Ucraina Quest’anno la Germania ha deciso di raggiungere per la prima volta l’obiettivo di spesa per la difesa della NATO, concordato dieci anni fa. Si prevede che gli Stati membri pianifichino di spendere almeno il 2% ogni anno. PIL della Difesa.

Incendi notturni in due basi petrolifere russe nella regione di Rostov, nel sud-ovest della Russia È il risultato di un’operazione speciale del servizio di sicurezza ucraino (SBU) – Lo riferiscono i media ucraini citando fonti di questo servizio.

– Dopo l’operazione riuscita (utilizzando) i droni della SBU, sono scoppiati forti incendi nelle strutture – ha detto l’interlocutore a Interfax-Ucraina.

Secondo il suo racconto Le basi petrolifere Azov e Azovneftiproduct furono attaccateChe contiene un totale di 22 serbatoi di stoccaggio del carburante.

Kiev ha l’opportunità di accettare le proposte di Putin e cercare di portare la pace, e ogni proposta successiva sarà peggiore della precedente – ha detto Medvedev, citato da RIA Novosti.

La NATO non dovrebbe promettere di accettare l’Ucraina nell’alleanza per calmare le tensioni con la RussiaChe sono aumentati dopo l’inizio del conflitto in Ucraina – scrive il quotidiano bisettimanale “The American Conservative”, citando l’agenzia russa TASS.

Secondo la rivista in particolare La NATO e gli Stati Uniti devono accettare di avviare colloqui con la Russia per calmare i rischi nucleariChe è aumentato a causa del conflitto in Ucraina. La rivista bisettimanale sottolinea che questa missione è diventata più importante dopo che la Finlandia e la Svezia, precedentemente neutrali, hanno aderito alla NATO, il che ha reso la Russia più dipendente dal suo arsenale nucleare.

L’articolo lo indica L’accordo nucleare tra NATO e Mosca deve includere l’impegno a non accettare l’Ucraina nell’alleanza E non dispiegare le forze e le infrastrutture del blocco sul territorio ucraino

DeepState riferisce che le forze russe hanno accumulato una grande forza militare per attaccare Burova nella regione di Kharkiv. Da Raihorodka a Novovodyana Furono raccolte circa 10.000 persone e 450 mezzi pesanti, inclusi 200 sistemi di artiglieria.. Sul posto opera la 3a Brigata ucraina.

L’anno scorso anche la Russia ha tentato di attaccare nella zona, ma ha sospeso le sue operazioni dopo aver tentato senza successo di impadronirsi degli insediamenti.

Il ministero degli Esteri cinese ha criticato le parole del capo della NATO Jens Stoltenberg, che in un’intervista ha espresso la convinzione che il Paese dovrebbe essere punito per aver sostenuto la Russia nella guerra contro l’Ucraina. Secondo Pechino, il leader della coalizione sta scaricando la colpa sugli altri invece di lavorare per trovare una soluzione politica al conflitto.

– Chiediamo la fine Incolpare gli altri, seminare discordia e aggiungere benzina sul fuoco (…) E fare qualcosa di concreto per una soluzione politica a questa crisi – ha detto ai giornalisti il ​​portavoce del ministero degli Esteri cinese Lin Jian quando gli è stato chiesto di commentare la questione.

Se l’Ucraina non riesce a riprendere il controllo della centrale nucleare di Zaporizhzhya. I residenti del Paese dovranno sopportare restrizioni sulla fornitura di energia elettrica almeno nelle prossime due stagioni invernali – ha detto il direttore del Centro di ricerca energetica Oleksandr Kharchenko a Kyiv24 TV.

– Lo stato attuale del sistema energetico ucraino è 3 su 12 (su una scala di 12 punti – editore). Se fosse possibile in qualche modo riprendere il controllo della centrale nucleare di Zaporozhye e riavviare almeno 2-3 unità, questo sarebbe un fattore importante che cambierà la situazione nel sistema energetico. Kharchenko ha affermato che le restrizioni non sarebbero necessarie nella pratica.

La Commissione europea ha formato un comitato di audit per supervisionare il prestito di 50 miliardi di euro concesso all’Ucraina. Il comitato di controllo L’obiettivo è aiutare Kiev a monitorare l’utilizzo degli aiuti fornitiPrevenire abusi, corruzione e conflitti di interessi.

Si terranno almeno sei incontri all’anno per discutere i risultati della revisione e almeno sei visite a Kiev. La sede del comitato stesso sarà a Bruxelles.

Secondo fonti ucraine, le forze ucraine – la 13a Brigata Khartiya e la 92a Brigata – entrano nel villaggio di Glyboki nella regione di Kharkiv.

Martedì la Russia ha iniziato le esercitazioni militari nell’Oceano Pacificotra cui: Il Ministero della Difesa russo ha affermato in una dichiarazione che la guerra antisommergibile e la risposta agli attacchi aerei.

Alle manovre partecipano circa 40 navi e circa 20 aerei ed elicotteri. Le esercitazioni si svolgeranno dal 18 al 28 giugno nel Mar del Giappone e nel Mar di Okhotsk.

La società tedesca di armi Rheinmetall ne fornirà uno nuovo all’Ucraina Un carro armato progettato per abbattere droni e missili russi. “Frankenstein” combina l’avanzato sistema antiaereo Skyranger con il telaio del carro armato Leopard 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto