Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Canicattì, paziente morì dopo intervento chirurgico: quattro indagati

Canicattì, paziente morì dopo intervento chirurgico: quattro indagati

Il pubblico ministero Chiara Bisso, ha fatto notificare l’avviso di conclusione delle indagini preliminari, l’atto che prelude alla richiesta di rinvio a giudizio, per quattro sanitari dell’ospedale “Barone Lombardo” di Canicattì, nell’ambito dell’inchiesta sulla morte di Febbronia Cirami, una 69enne, deceduta il 12 marzo dell’anno scorso all’ospedale di Agrigento, dove era stata trasferita in seguito all’aggravarsi delle sue condizioni di salute.

Con l’ipotesi di reato di omicidio colposo sono indagati Fabrizio Cremona, 34 anni, Antonio Limblici, 32 anni, Alfonso Maurizio Maiorana, 66 anni, e Mauro Ettore Zanchi, 59 anni. In un primo momento gli indagati erano 26. Per gli altri 22, tra i quali diversi medici e operatori sanitari dell’ospedale “San Giovani di Dio”, è stata chiesta l’archiviazione.

La vittima, sarebbe stata sottoposta ad un intervento chirurgico alla colecisti, nonostante un tumore che non sarebbe stato diagnosticato, e nel corso dell’operazione avrebbe riportato una lesione al fegato.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su