Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > La salma del giudice Livatino resta a Canicattì

La salma del giudice Livatino resta a Canicattì

La salma del giudice canicattinese Rosario Livatino, pur rimanendo nella piena e legittima disponibilità dell’Arcidiocesi, rimarrà nella cappella del cimitero di Canicattì. Lo fa sapere l’Arcidiocesi di Agrigento, dopo averne discusso con le amministrazioni Comunali di Canicattì e quella agrigentina, con i rappresentanti della Forania, e delle aggregazioni laicali di Canicattì, e con ex colleghi del prossimo Beato. E’ stato deciso di non presentare alcuna istanza di estumulazione e traslazione. Adesso l’attenzione si sposta alla Beatificazione.

“Le spoglie mortali del giudice Rosario Livatino rimarranno a Canicattì. Continueranno ad essere custodite presso la cappella di famiglia  nel cimitero della nostra Città. Questa è la decisione presa nel corso di una riunione, conclusasi pochi minuti fa, presso il Palazzo Vescovile. Adesso è nostra cura, unitamente ai soggetti istituzionali coinvolti, concentrare tutte le nostre energie per prepararci a questo appuntamento unico nella storia della nostra Città”, dice il sindaco Ettore Di Ventura.
Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su