Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Mafia, blitz “Montagna”, domiciliari lontano da Favara per imprenditore

Mafia, blitz “Montagna”, domiciliari lontano da Favara per imprenditore

Accogliendo l’istanza degli avvocati Angela Porcello (nella foto) e Raffaele Bonsignore, i giudici della seconda sezione della Corte di Appello di Palermo, hanno modificato la misura cautelare nei confronti del favarese Stefano Valenti, 53enne, coinvolto nella maxi inchiesta antimafia “Montagna”, applicandogli gli arresti domiciliari, con il braccialetto elettronico, fuori dal territorio di Favara, e non dalla provincia di Agrigento, come disposto lo scorso 20 gennaio.

Così da consentire all’uomo di prendere parte all’udienze del processo d’appello “Montagna”, che inizierà il prossimo 21 ottobre.  L’imprenditore di Favara, è stato condannato in primo grado a 6 anni e 8 mesi di reclusione, per l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su