Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Dopo sbarco a Porto Empedocle, “Giunte proteste di cittadini e segnalazioni di forte allarme”

Dopo sbarco a Porto Empedocle, “Giunte proteste di cittadini e segnalazioni di forte allarme”

In seguito allo “sbarco” di 500 migranti, a cui è stato consegnato l’ordine di via (cioè di lasciare il territorio dello Stato), il sindaco di Porto Empedocle Ida Carmina ha lanciato un avviso alla cittadinanza.

“Sono giunte vibrate proteste dei cittadini e numerose segnalazioni di forte allarme e di preoccupazione, specie dei genitori rispetto alle difficoltà dei figli di potersi recare a scuola, in quanto i migranti hanno occupato i posti nei mezzi pubblici utilizzati per andare a scuola dai ragazzi minori empedoclini, cui è stata negata la possibilità di andare a scuola – dice il primo cittadino -. Alcuni sono stati accompagnati dai genitori, altri non sono riusciti a recarvisi.

Il Sindaco ieri pomeriggio ha incontrato una delegazione di mamme, molto in ansia e preoccupate. “Ho interpellato il Prefetto di Agrigento – continua -, chiedendole di far presidiare le zone di accesso ai pullman per rassicurare le famiglie e consentire ai nostri ragazzi. L’accesso nei mezzi di trasporto scolastico in piena sicurezza. Mi ha assicurato che già da questa mattina i nostri ragazzi saranno custoditi nel trasporto da e per la scuola, disponendo dei servizi a questo fine. Volevo fare una precisazione per la tranquillità di tutti: i 500 migranti sbarcati dalla nave quarantena sono stati tutti sottoposti a tampone ed hanno avuto risultato negativo”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su