Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Coronavirus, nell’Agrigentino 20 casi tra luglio e agosto

Coronavirus, nell’Agrigentino 20 casi tra luglio e agosto

Sono 20 i casi di Coronavirus di agrigentini o persone residenti in provincia di Agrigento, dal primo luglio al 22 agosto.

Si tratta di 14 giovani rientrati da vacanze all’Estero: Malta e Croazia (7 di Porto Empedocle, 2 di Sciacca, 3 di Licata, 1 di Agrigento e 1 di Favara);  un emigrato agrigentino che vive in Belgio tornato per le ferie estive a Santa Elisabetta; una studentessa di San Giovanni Gemini rientrata dalla Lombardia; una donna rumena residente a Cattolica Eraclea, una seconda donna di origini romene, domiciliata a Ravanusa e un altro cittadino della Romania, sempre domiciliato a Ravanusa.

Poi c’è il poliziotto del Reparto Mobile, impiegato in provincia di Agrigento, per i servizi di vigilanza dei migranti nei vari centri di accoglienza, risultato contagiato dal Covid19.

Alcuni giorni fa è arrivata la notizia dell’esito negativo del secondo tampone alla ragazza di San Giovanni Gemini.

Nel conteggio non sono inseriti i tanti migranti sbarcati sulle coste agrigentine, soprattutto a Lampedusa, e risultati contagiati dal virus, dopo essere stati sottoposti al tampone. Sarebbero oltre 50. L’ultimo in ordine di tempo è stato registrato sabato 22. Si tratta di un migrante ospite in una centro di accoglienza fra Agrigento e Favara.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su