Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Coltellata dopo lite con una donna, 43enne licatese resta ai domiciliari

Coltellata dopo lite con una donna, 43enne licatese resta ai domiciliari

Confermati gli arresti domiciliari, per Stella Marcella De Caro, 43enne di Licata, amministratrice di condominio, accusata del tentato omicidio di una donna di 44 anni, a cui aveva staccato l’utenza idrica per morosità.
Così hanno deciso i giudici del Tribunale del Riesame di Palermo, che hanno confermato l’ordinanza del Gip del Tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto. L’indagata è difesa dall’avvocato Alberto Caffarello.

Le coltellate dopo un litigio condominiale in una palazzina di via Don Carmelo di Bartolo, a Licata. Qui quel giorno si è portata la polizia di Stato, poiché era stato segnalato un accoltellamento. La 44enne è stata subito soccorsa e trasportata, con un’autoambulanza del 118, al pronto soccorso dell’ospedale “San Giacomo d’Altopasso”. E’ stata sottoposta ad un intervento chirurgico. Poi le condizioni cliniche, nei giorni successivi al fatto, si sono aggravate al punto da necessitare il trasferimento in emergenza all’ospedale “Civico” di Palermo. Si trova in prognosi riservata.

De Caro, con un coltello, ha colpito la vicina indirizzando il colpo in profondità nella regione addominale. I poliziotti hanno, naturalmente, fatto più ricognizioni e sono state recuperate due armi da taglio e punta, con lama seghettata e manico in legno ed un giravite di colore nero. Entrambe sarebbero state nella materiale disponibilità dell’indagata. Una delle quali è stata usata verosimilmente per accanirsi contro la 44enne.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su