Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Lampedusa, sequestrato il deposito di carburante dell’aeroporto

Lampedusa, sequestrato il deposito di carburante dell’aeroporto

Sequestrato il deposito di carburante dell’aeroporto di Lampedusa, su decisione dell’Autorità giudiziaria, per un contenzioso in corso, sulla gestione dello scalo, fra Ast Aeroservizi e Nautilus. Si tratta dell’unico deposito dell’Isola più grande delle Pelagie, quindi il rischio è che tanto gli aerei che l’elicottero del 118 non possano fare rifornimento.

“Il sequestro, effettuato da parte dell’autorità giudiziaria, non può compromettere la funzionalità dei mezzi del 118 per i quali deve essere comunque prevista la possibilità di rifornirsi – ha detto Totò Martello, sindaco di Lampedusa e Linosa -. Questa notte per l’elicottero del 118 che stava facendo rientro verso Lampedusa ho dovuto chiedere una sosta tecnica a Pantelleria affinché facesse rifornimento. Se la situazione non tornerà alla normalità, assicurando al 118 la possibilità di rifornirsi di carburante e garantendo ai cittadini il servizio di trasporto sanitario, ci rivolgeremo alla Procura”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su