Josep Borrell mette in guardia l’Europa. Le parole parlavano della Polonia

Come ha affermato l’Alto Rappresentante dell’UE per gli Affari Esteri e la Politica di Sicurezza Josep Borrell, la Russia, che è tornata ad una percezione imperiale del mondo, rappresenta attualmente la più grande minaccia esistenziale per i paesi europei. Durante il suo discorso all’Università di Oxford, Borrell ha affermato che gli europei dovrebbero essere consapevoli che l’esercito russo potrebbe presto trovarsi ai confini della Polonia.

Oggi Vladimir Putin rappresenta una minaccia esistenziale per tutti noi. Se la Russia avrà successo in Ucraina, non si fermerà qui. La possibilità di un governo fantoccio a Kiev, come è avvenuto in Bielorussia, dove le truppe russe sono al confine con la Polonia e la Russia controlla il 44% del mercato globale dei cereali, è qualcosa di cui gli europei dovrebbero essere consapevoli, Commissario UE.

Salto quantico

Il capo della diplomazia dell’Unione europea ha sottolineato che l’ordine internazionale creato dopo la guerra fredda non esiste più. Gli Stati Uniti hanno perso la loro posizione egemonica e quindi il sistema formatosi dopo il 1945 sta perdendo le sue fondamenta. Borrell ha aggiunto che in tali circostanze esiste il pericolo reale che l’Europa come la conosciamo oggi possa perire, motivo per cui gli europei devono agire immediatamente.

– Innanzitutto, abbiamo bisogno di una chiara valutazione della minaccia rappresentata dalla Russia. È la Russia ad essere considerata la più grande minaccia esistenziale per l’Europa. Forse non tutti nel Consiglio europeo sono d’accordo con questa opinione, ma la maggioranza la sostiene. Il politico ha sottolineato che la Russia rappresenta per noi una minaccia esistenziale e che dobbiamo tenere gli occhi aperti per valutare questo pericolo.

READ  La coscrizione militare in Russia. Cattive notizie per i soldati

Borrell ha sottolineato che l’Europa ha sviluppato un modello di relazioni reciproche basato sulla cooperazione e sulla dipendenza economica reciproca. È stato un enorme successo e ha contribuito a garantire 70 anni di pace tra le nazioni europee

– Gli europei erano convinti che tale interdipendenza potesse portare a cambiamenti politici in Russia e persino in Cina. Ha sottolineato che questa convinzione è sbagliata e che non si sono verificati cambiamenti del genere.


Leggi anche:
Gli ucraini in Polonia erano arrabbiati con le autorità di Kiev. Parla Zwaricz
Leggi anche:
Borrell: La guerra in Ucraina continuerà fino alle elezioni americane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto