Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Agrigento, sequestrato un altro impianto di autodemolizione

Agrigento, sequestrato un altro impianto di autodemolizione

Gli agenti della polizia Ferroviaria di Agrigento e Palermo, unitamente al personale di Arpa e Libero Consorzio comunale, hanno provveduto a sequestrare preventivamente per le ipotesi di reati ambientali, un altro impianto di autodemolizione, dedito allo smontaggio e allo stoccaggio di veicoli e parti di essi, ed anche centro di raccolta, recupero e gestione rifiuti metallici.
Si tratta del terzi sequestro di autodemolizione nel giro di un mese e mezzo. Nell’ultima ispezione i sigilli sono stati apposti ad struttura situata in una zona del territorio comunale di Agrigento, precisamente lungo il tracciato, che porta nei quartieri di Montaperto e Villaseta, e nei pressi della strada per Raffadali.

Dagli accertamenti effettuati, sono state riscontrate delle irregolarità sulla miscelazione di categorie diverse di rifiuti pericolosi e non, comportando seri rischi per la vivibilità dell’ambiente. Rinvenuti materiali ferrosi, ammassati in malo modo, in uno spazio interno della ditta.
E vecchi pneumatici di auto, che sarebbero stati smaltiti in maniera irregolare. Adesso spetterà al Gip del Tribunale di Agrigento, decidere se convalidare il sequestro o meno. La scoperta è stata possibile grazie ad una serie di controlli avviati nel territorio agrigentino, per contrastare eventuali attività di autodemolizione non autorizzate.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su