Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì, crisi uva Italia. Stamattina incontro a Roma con il Ministro Bellanova

Canicattì, crisi uva Italia. Stamattina incontro a Roma con il Ministro Bellanova

Si è svolto stamani, al Ministero per l’Agricoltura, l’incontro tra il Ministro Teresa Bellanova; il Direttore Generale del Ministero; il Sindaco di Canicattì, Ettore Di Ventura; il Sindaco di Mazzarrone, Giovanni Spata; il Sindaco di Chiaramonte Gulfi, Sebastiano Gurrieri e un assessore del Comune di Licodia Eubea, oltre ai rappresentanti della CIA nazionale e delle regioni Sicilia e Puglia.

Amministratori e rappresentanti CIA hanno presentato al Ministro un documento programmatico per il quale si aspettano risposte nei prossimi giorni.

Nevralgici gli argomenti trattati tra cui: la convocazione delle GDO (Grandi Distribuzioni Organizzate) per affrontare l’eccessivo divario a forbice tra il prezzo del prodotto alla pianta e quello finale pagato dal consumatore; il catasto ortofrutticolo che determina il luogo di provenienza del prodotto; il costo del lavoro e il rapporto con le Banche per la concessione di moratoria per i prestiti agrari in itinere; la richiesta dell’aumento del prezzo dell’uva conferita in cantina; particolare attenzione a fenomeni climatici ad oggi non annoverati tra quelli assicurabili; la concessione di un contributo di estirpazione per i vigneti vecchi e/o malati al fine di garantire l’esistenza di vigneti di alta qualità; la costituzione di un tavolo tecnico permanente sull’Uva Italia proprio in seno al Ministero.

Particolare soddisfazione per l’esito dell’incontro e per le rilevanti novità che ne stono scaturite è stata espressa dal Sindaco Di Ventura che ha ricordato come Sicilia e Puglia garantiscano la produzione del 90% dell’Uva Italia.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su