Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento, applicati 20 provvedimenti di polizia a soggetti pericolosi per la sicurezza pubblica

Agrigento, applicati 20 provvedimenti di polizia a soggetti pericolosi per la sicurezza pubblica

La polizia di Stato della Questura di Agrigento, in particolare l’Ufficio misure di prevenzione della Divisione Polizia Anticrimine, ha applicato 10 avvisi orali, e 10 fogli di via obbligatori, provvedimenti di competenza del questore Rosa Maria Iraci, a soggetti ritenuti pericolosi per la sicurezza pubblica.
Gli avvisi orali 7 a Palma di Montechiaro, 1 a Canicattì, Licata e Porto Empedocle. Con questo provvedimento il Questore avvisa il destinatario dell’esistenza di indizi precisi sulla sua condotta illecita e lo invita a tenere un comportamento conforme alla legge.
Si tratta di C.R., 63 anni, abitante a Canicattì (con precedenti per minaccia, rissa aggravata, furto, detenzione stupefacenti);
M.F., 46 anni, abitante a Licata (truffa, violazione di domicilio, danneggiamento, furto aggravato e minaccia);
B.G.N., 19 anni, abitante a Palma di Montechiaro (detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti;
​B.D., 19 anni, abitante a Palma di Montechiaro (detenzione abusiva di armi, detenzione di sostanze stupefacenti;
B.S.B., 18 anni, abitante a Palma di Montechiaro (detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti);
G.B., 28 anni, abitante a Palma di Montechiaro (lesioni personali, minaccia);
M.N., 26 anni, abitante a Palma di Montechiaro (stupefacenti, lesioni personali, rapina, porto di armi);
M.E., 48 anni, abitante a Porto Empedocle (rissa, furto aggravato);
I.G., 63 anni, abitante a Palma di Montechiaro (violenza privata, rissa, porto illegale di arma da fuoco);
C.G., 37 anni, abitante a Palma di Montechiaro (traffico e detenzione di sostanze stupefacenti, lesioni personali, minaccia).

Dieci Foglio di Via Obbligatorio, tutti della durata di 3 anni, che impone l’ordine di rimpatrio nel comune di residenza ed il contestuale divieto di ritorno nel comune dal quale è stato allontanato, senza la preventiva autorizzazione. Su segnalazione della Stazione carabinieri di Cattolica Eraclea è stato applicato a M.M., 78 anni, domiciliato a Calamonaci, resosi responsabile dei  reati di ricettazione e gestione di rifiuti non autorizzata;
Su segnalazione del Commissariato di Licata a T.S.M, 65 anni, domiciliato a Soverato, resosi responsabile dei reati di oltraggio, resistenza e violenza a Pubblico ufficiale;
​Su segnalazione del Commissariato di Licata a D.N.A., 31 anni, domiciliato a Ragusa, resosi responsabile del reato di detenzione di sostanze stupefacente;
Su segnalazione della Stazione carabinieri di Cianciana a: G.D., 25 anni, domiciliato a San Biagio Platani, resosi responsabile dei reati di furto aggravato, ricettazione;
Su segnalazione della Stazione carabinieri di Cianciana a S.A., 49 anni, domiciliato a San Biagio Platani, resosi responsabile dei reati di furto aggravato, ricettazione;
Su segnalazione della Tenenza carabinieri di Ribera a B.A., 32 anni, domiciliato  a Sciacca, resosi responsabile del reato di detenzione di sostanza stupefacente;
Su segnalazione del Commissariato di Palma di Montechiaro a M.A., 39 anni, domiciliato ad Agrigento, resosi responsabile del reato di truffa presso esercizi commerciali;
Su segnalazione della Stazione carabinieri di Lampedusa a S.S., 30 anni, domiciliato a Realmonte, e a S.F., 54 anni, domiciliato a Porto Empedocle, entrambi resosi responsabili del reato di associazione per delinquere.
Su segnalazione del Commissariato di Sciacca a S.G., 49 anni, domiciliato a Canicattì, resosi responsabile del reato di possesso di chiavi alterate e di grimaldelli.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su