Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Porto Empedocle, calci e minacce a poliziotti: arrestato

Porto Empedocle, calci e minacce a poliziotti: arrestato

Ha avuto un diverbio con i militari della Guardia costiera, poi ha minacciato un agente della polizia di Stato. Un 46enne, Fortunato Signorello, di Mazara del Vallo, è stato arrestato dai poliziotti del Commissariato “Frontiera” di Porto Empedocle, per il reato di resistenza a Pubblico ufficiale. L’uomo avrebbe avuto una discussione con alcuni militari della Capitaneria di porto di Porto Empedocle, impegnati in controlli, che lo volevano identificare.

Chiamati i rinforzi, il 46enne avrebbe aggredito uno degli agenti con un calcio e, una volta portato in Commissariato, avrebbe anche minacciato altri poliziotti: “Non sapete chi sono io, sono uno che si è fatto tanta galera. Ve la farò pagare con la vita”.

Signorello (difeso dall’avvocato Daniele Re), è già comparso questa mattina per la direttissima, dinnanzi il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Micaela Raimondo, per la convalida dell’arresto, richiesto dal pubblico ministero Chiaro Bisso. Il giudice lo ha rimesso in libertà non applicandogli alcuna misura.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su