Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì, parte male la differenziata. Intervento di Alberto Tedesco

Canicattì, parte male la differenziata. Intervento di Alberto Tedesco

Il sottoscritto deve evidenziare le numerose problematiche che sono emerse dalle continue segnalazioni dei cittadini, degli imprenditori che operano nel nostro territorio, nonchè da verifiche effettuate personalmente.

Tra le numerosissime segnalazioni pervenute si evidenzia la situazione intollerabile che si è realizzata in contrada Rinazzi, in cui, come di Vostra conoscenza, oltre ai disservizi legati alla raccolta differenziata, si è realizzato l’abbandono indiscriminato di rifiuti da parte di incivili che hanno trasformato alcuni punti della contrada, da più di una settimana, in una discarica a cielo aperto.

I cittadini chiedono, come è d’altronde opportuno, oltre al perfezionamento delle modalità di raccolta differenziata, allo stato inefficiente, che i rifiuti riversati in strada siano immediatamente rimossi, anche per ragioni igienico sanitarie, e che vengano installati, con le modalità che si riterranno opportune, sistemi di videosorveglianza nei luoghi sensibili che, unitamente alla vigilanza di pattuglie di vigili urbani, costituiscano un valido strumento di repressione delle condotte degli incivili.

In secondo luogo è stato segnalato, in particolare dai commercianti che operano nel quartiere di Borgalino, che la raccolta dei rifiuti non è stata effettuata per un’intera settimana, circostanza non tollerabile e che ha creato i gravissimi disagi che possono ben immaginarsi, e di cui si chiede la segnalazione formale, ove non si sia già provveduto, alla RTI SEA srl – ISEDA srl – ECOIN sr., affinchè tale incresciosa circostanza non si ripeta.

Deve inoltre segnalarsi l’assenza, nel Cimitero Comunale, di qualsivoglia contenitore per la raccolta differenziata, circostanza che, unita allo stato dei contenitori presenti pieni fino all’orlo di rifiuti, ed alla presenza, addirittura, di cumuli di terra e detriti ammonticchiati in vari punti del cimitero, rendono il luogo del ricordo e degli affetti assolutamente indecoroso.

E’ necessario che gli uffici verifichino con gli opportuni sopralluogni queste problematiche e procedano alle azioni conseguenti.

Appare opportuno realizzare, inoltre, idonee modalità di comunicazione dell’Ente con la cittadinanza, a cui deve essere garantita la possibilità di segnalare i disservizi, attraverso la predisposizione di apposita modulistica, affinchè l’Ente, se tali segnalazioni dovessero essere riscontrate positivamente, possa comminare le eventuali sanzioni al gestore del servizio.

Infine, nel rilevare che i balordi che abbandonano i rifiuti per strada sono soggetti verosimilmente non censiti e dunque evasori della TARI, si chiede che vengano effettuati controlli a tappeto, informatici e porta a porta, affinchè venga debellato con decisione questo deprecabile fenomeno.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su