Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Acqua a Favara. Chiapparo: Il Comune se ne lava le mani?

Acqua a Favara. Chiapparo: Il Comune se ne lava le mani?

chiapparo marilìIl consigliere comunale Marilì Chiapparo “denuncia” che, a un mese dalla richiesta di “chiarimenti in ordine alla gestione del servizio idrico ed al corretto funzionamento del depuratore delle acque reflue”, non ha ancora ricevuto risposta dal sindaco Anna Alba. “L’amministrazione comunale – si chiede la Chiapparo – se ne è lavata le mani?” e spiega che “La richiesta, protocollata il 26 luglio, ad oggi, dopo un mese esatto, non ha ancora avuto riscontro. Il silenzio del Comune sta creando un ‘vuoto’ politico su una problematica delicatissima e sommamente sentita. L’acqua – afferma – è un bene essenziale, nonchè un diritto umano universale e fondamentale”.

Conclude la Chiapparo: “La mancanza di comunicazione ai cittadini è palese violazione degli obblighi di trasparenza del Comune e si legge nel non sapere e non volere stare dalla parte degli utenti”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su