Tu sei qui
Home > Attualità > Crisi agricola e nuovo mercato, i sindaci a Licata. Pino Montana: “Niente prodotti dall’estero se non conformi”

Crisi agricola e nuovo mercato, i sindaci a Licata. Pino Montana: “Niente prodotti dall’estero se non conformi”

licata tromba d'ariaI sindaci di Gela e Niscemi, invitati dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Angelo Cambiano, saranno a Licata per  partecipare a due appuntamenti sul tema della crisi agricola. Gli incontri si terranno venerdì, 4 marzo alle  18,00, al teatro comunale Re, e  lunedì 14 marzo prossimi. 
E’ stato deciso ieri sera, nel corso di un incontro tra gli amministratori comunali di Gela, Niscemi e Licata, quest’ultimo rappresentato dal vice sindaco ed assessore all’agricoltura, Giuseppe Montana.
<<La conferenza di servizio tenuta ieri sera a Gela, con all’ordine del giorno l’analisi della crisi del comparto agricolo di tutta la zona e l’individuazione delle eventuali iniziative da intraprendere a sostegno del settore – spiega il vice sindaco – è servita a portare avanti il lavoro avviato alcune settimane fa, il cui scopo è quello di preparare l’adesione ad una grossa manifestazione regionale di tutto il comparto, in programma il 14 marzo prossimo, con dimostrazioni che si svolgeranno, contemporaneamente in diversi centri dell’Isola, ed il cui scopo è quello di sollecitare gli organi di governo regionale, nazionale ed europeo, ad adottare le giuste misure anticrisi. Una di queste misure da noi richieste è quella di controllare i porti per limitare l’accesso di prodotti agricoli, non conformi alle norme Cee, provenienti da Paesi emergenti . La data del 14 marzo per la manifestazione – aggiunge – è stata scelta per la concomitanza con la programmata riunione della Commissione Europea Agricoltura, con all’ordine del giorno l’adozione di “misure anticrisi per l’agricoltura in Italia.eri sera, per dare maggiore consistenza all’iniziativa, abbiamo concordato di allargare la protesta a tutti i Comuni della fascia costiera che da Niscemi si estende sino a Porto Empedocle, con il coinvolgimento di quelli interni , quali Riesi, Naro, Butera, Campobello di Licata, Ravanusa, Canicattì, ed altri. Da ciò, anche la decisione di dare vita ad una riunione che si terrà venerdì, 4 marzo, alle 18,00 al teatro comunale Re di Licata, per meglio organizzare la manifestazione del 14 . Qualcuno si chiederà perché è stata scelta Licata, quale sede della manifestazione: la risposta è semplice – chiarisce Montana – perché in questo momento ha bisogno di fare sentire anche la propria voce in quanto oltre alla crisi generale, il comparto agricolo è stato duramente colpito anche dalla tromba d’aria del 10 ottobre scorso che ha ulteriormente aggravato la situazione a carico dei produttori agricoli”.
Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su