Tu sei qui
Home > Attualità > Nomine di tre dirigenti illegittime. L’ex governatore Lombardo a giudizio

Nomine di tre dirigenti illegittime. L’ex governatore Lombardo a giudizio

Raffaele_Lombardo_ex_presidente_regione_sicilia_CAGitTre incarichi a dirigenti esterni assegnati dalla giunta di Raffaele Lombardo erano illegittimi. L’ex governatore è stato rinviato a giudizio dal gup Lorenzo Iannelli, assieme all’ex capo di gabinetto Antonino Scimemi. Il processo inizierà il 7 marzo, al tribunale di Palermo. Nei mesi scorsi, il pubblico ministero Maria Forti aveva chiesto di archiviare l’inchiesta, che vedeva indagati anche gli assessori della giunta, per nove incarichi esterni.

Loading...

Il gip Giovanni Francolini aveva accolto parzialmente la richiesta, disponendo l’imputazione coatta per Lombardo e Scimemi, in relazione agli incarichi dati a Rino Lo Nigro, nominato direttore dell’agenzia regionale per l’impiego, a Rossana Interlandi, come direttore del dipartimento dell’Energia, e a Nicola Vernuccio, alle attività produttive. Oggi, il rinvio a giudizio, per abuso d’ufficio.

Rino-Lo-Nigro-112x75Lo Nigro, già condannato per falso, non aveva conseguito la laurea, nonostante l’avesse dichiarata nel curriculum; la Interlandi e Vernuccio, all’epoca della nomina rispettivamente segretario provinciale di Caltanissetta dell’Mpa e commissario a Palermo del partito di Raffaele Lombardo, non avevano altri requisiti necessari per la nomina in termini di esperienza e incarichi dirigenziali pregressi.

Le nomine erano state poi revocate sulla base di un parere legale chiesto dalla Regione a seguito del conflitto di attribuzione sollevato dalla presidenza del Consiglio dei ministri. Ma secondo il giudice, la revoca non avrebbe fatto venire meno il dolo della condotta, considerato che la marcia indietro arrivò solo dopo che la Corte dei Conti accese i riflettori sulle nomine. Lombardo è difeso dall’avvocato Massimo Motisi, Scimemi dagli avvocati Nino Caleca e Basilio Milio.

Articoli Simili

Loading...
Copy
Su