Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Caltanissetta > Truffa pre natalizia agli anziani di Caltanissetta e provincia

Truffa pre natalizia agli anziani di Caltanissetta e provincia

caltanissettaSarà forse l’approssimarsi delle feste natalizie ad aguzzare l’ingegno dei tanti, troppi lestofanti alla disperata caccia di quattrini. Questo, sicuramente, è il periodo dell’anno in cui c’è una maggiore circolazione di denaro e diventa anche il più propizio per i malintenzionati pronti a inventarsi di tutto, anche i fatti più improbabili, per spillare soldi a gente un po’ avanti negli anni che per loro sfortuna vive da sola.

Proprio gli anziani sono – come sempre – i bersagli più indifesi e quindi più facili. Da qualche settimana a Caltanissetta, ma anche in qualche comune, oltre a consolidate “figure” di falsi dipendenti Inps, Telecom ed Enel, circolano soggetti che si spacciano per avvocati spalleggiati da falsi poliziotti.

Intascano soldi o gioielli e poi spariscono nel nulla. La cronaca negli ultimi tempi registra quattro colpi nel capoluogo nisseno e uno a San Cataldo, almeno fra quelli denunciati alle forze dell’ordine ma è chiaro che questo è il momento in cui bisogna aprire bene gli occhi e diffidare sempre degli sconosciuti, di chi propone sostanziosi aumenti di trattamenti pensionistici, di ineffabili dipendenti di enti di pubblica utilità (Enel o Telecom) che chiedono di verificare bollette o la perfetta efficienza dei contatori.

Modus operandi non nuovi in definitiva ma sempre attuali che si aggiungono ad altri ampiamente collaudati nel tempo. Per tutti vale l’esempio del reduce di guerra o di qualche marinaio di passaggio che rifila patacche senza valore spalleggiato in questo dal compare interessato all’acquisto e dal sedicente gioielliere.

 

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su