Un guaritore del Malawi ha promesso di resuscitare i morti. E' nei guai adesso

Un abitante del villaggio zambiano di Katintha è stato ucciso lo scorso dicembre durante la tradizionale festa di Gol Wamkulu. La gente del posto crede che durante questo evento gli spiriti degli antenati del popolo Chewa, che vive al confine tra Zambia e Malawi, prendano forma fisica e danzino per i loro discendenti viventi.

Uno dei partecipanti alla cerimonia è stato sospeso ad una corda legata a un palo lungo 35 metri, sul quale si è arrampicato indossando un costume tradizionale e una maschera di legno. Strinse la corda intorno al collo.

Continua l'articolo sotto il video

Dopo questo tragico incidente, il guaritore 34enne Emmanuel Banda si è offerto di riportare in vita il defunto per 900 kwacha (circa 35 dollari). Ma, come ha descritto il padre del defunto alla corte, Banda ha cercato di ingannarli, sostenendo che il lenzuolo avvolto nelle lenzuola era il loro figlio, che era stato riportato in vita.

Il procuratore Bright Leshbo ha detto che intendeva presentare le prove di cinque testimoni e il giudice Destiny Kalusoba ha aggiornato il caso al 10 aprile 2024.

La fede nel potere della magia è profondamente radicata nella cultura dello Zambia e del Malawi, dove risiede oltre il 70% della popolazione dello Zambia e del Malawi. I residenti credono nelle pratiche di stregoneria. Nonostante ciò, la ricerca Afrobarometro condotta lo scorso anno mostra che la maggioranza del pubblico sostiene la modifica della legge per criminalizzare tali pratiche.

Forse sorprendentemente, le persone istruite in Malawi hanno maggiori probabilità di credere nell’esistenza della stregoneria rispetto a quelle senza istruzione formale.

READ  Tusk ha ammesso la presenza di soldati della NATO in Ucraina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto