Stanislao Ulam. Il polacco era anche il “distruttore di mondi”.

Inizialmente Stanisław Ulam non aveva idea a quale progetto avrebbe lavorato. Non ha potuto arruolarsi nell'esercito a causa della sua disabilità visiva. Tuttavia non intendeva attendere passivamente la fine della guerra.

Da Leopoli agli Stati Uniti

Stanislaw Ulam è nato il 13 aprile 1909 a Leopoli da una famiglia ebrea assimilata. Suo padre era Joseph Ulam, che gestiva il proprio studio legale a Leopoli. La madre era Anna Auerbach.

Dopo lo scoppio della prima guerra mondiale, mio ​​padre fu arruolato nell'esercito come ufficiale. La famiglia si trasferì più volte, ma dopo la guerra tornarono a Leopoli. Ulam superò gli esami finali del liceo nel 1927. I suoi genitori volevano che studiasse legge, ma questo campo non gli interessava affatto. Fin dall'infanzia, Stanislaw amava la matematica. Tuttavia, in questo caso, i genitori dubitavano che il figlio avrebbe trovato lavoro dopo questo corso. Alla fine, fu deciso che Olam avrebbe iniziato i suoi studi all'Università della Tecnologia di Lviv e si sarebbe laureato in ingegnere.

Durante i suoi studi dedicava molto tempo ai corsi di matematica e si annoiava con le lezioni nel suo campo. Tuttavia, quando arrivò il momento di scrivere la sua tesi di master, anche se con riluttanza, si mise a scriverla… in una notte. Un anno dopo, Ulam difese il suo dottorato di ricerca.


Durante i suoi studi incontrò i matematici più importanti di Leopoli. Il suo talento è stato notato da Kazimierz Kuratowski e Stefan Panach. All'età di vent'anni, Ulam scrisse il suo primo lavoro scientifico. Sfortunatamente, a causa delle sue origini ebraiche, ebbe poche opportunità di intraprendere la carriera di scienziato. Dopo aver difeso il dottorato, ha deciso di frequentare università all'estero. Ha tenuto conferenze, tra gli altri: in Svizzera, Francia, Inghilterra e all'Università di Cambridge. Nel 1935, il matematico americano (di origine ebreo-ungherese), John von Neumann, invitò Stanisław Ulam negli Stati Uniti, dove il polacco avrebbe dovuto tenere delle lezioni all'Università di Princeton. Negli anni successivi lavorò anche all'Università di Harvard.

READ  I carri armati Abrams e Leopard avrebbero dovuto rappresentare una svolta, ma sono una "calamita per i droni russi".

Stanislaw Ulam fu in Polonia l'ultima volta nell'estate del 1939. Trascorreva tutte le vacanze nella sua città natale. Seppe dello scoppio della guerra poco dopo il suo ritorno negli Stati Uniti.

Lavoro segreto dell'esercito

Nel 1941, Stanisław Ulam divenne cittadino americano e sposò una donna francese incontrata in Inghilterra, Françoise Aron (la coppia in seguito ebbe una figlia di nome Claire). Olam iniziò anche a lavorare presso l'Università del Wisconsin-Madison nel Wisconsin.

Nello stesso anno, Ulam fece domanda per arruolarsi nell'esercito americano, ma a causa della sua vista scarsa non fu accettato. Tuttavia, Olam voleva fare qualcosa per il Paese che considerava la sua seconda casa. Allora contattò von Neumann, intuendo che avrebbe potuto lavorare nell'esercito o avere contatti lì. Non aveva torto. Poco dopo, von Neumann contattò Ulam con una proposta apparentemente vaga di unirsi a “un progetto non specificato in cui sono stati realizzati molti lavori importanti, e la cui fisica avrebbe dovuto avere qualcosa a che fare con l’interno delle stelle”. Olam, a cui è stato offerto anche un contratto di dodici mesi, ha accettato. Poco dopo partì per Los Alamos, dove si unì alla squadra che lavorava al Progetto Manhattan, il cui obiettivo era costruire una bomba nucleare. John von Neumann, Enrico Fermi, George Gamow, Richard Feynman e Robert Oppenheimer lavorarono con Ulam.


Stanislao Ulam

Negli anni successivi Stanisław Ulam lavorò anche ad altri progetti per il governo degli Stati Uniti. Si trattava, tra gli altri, del programma “Orion”, nell'ambito del quale è stato sviluppato un sistema di propulsione nucleare per razzi spaziali, e del progetto “Rover”, che mirava a creare un razzo dotato di un reattore nucleare. Ulam lavorò anche alla costruzione di una bomba all'idrogeno, che prese il nome di bomba Teller-Ulam in onore degli scienziati Edward Teller e Stanisław Ulam.

READ  I droni attaccano una raffineria russa. È scoppiato un enorme incendio e un gran numero di persone sono rimaste ferite

Allo stesso tempo, dal 1945, Ulam lavorò presso l'Università della California del Sud a Los Angeles. Poco dopo si ammalò gravemente. Si sospettava che fosse un tumore al cervello. Sebbene ciò non sia stato confermato, l'operazione probabilmente gli ha salvato la vita perché ha ridotto la pressione intracranica.

Quando Olam si ritirò da Los Alamos, divenne preside del dipartimento di matematica dell'Università del Colorado. I suoi successi includono numerosi libri e quasi 150 articoli scientifici.

Stanislaw Ulam morì improvvisamente il 13 maggio 1984 per un attacco di cuore. Le sue ceneri furono sepolte nel cimitero di Montparnasse a Parigi.


Leggi anche:
Il progetto più segreto della storia degli Stati Uniti, Los Alamos e Robert Oppenheimer
Leggi anche:
Bruszynski. Il genio polacco dimenticato che ha superato i fratelli Lumiere
Leggi anche:
George Patton. Uno scandalo leggendario e ribelle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto