Scenario peggiore per l’Europa. Presidente della Serbia: questione di mesi

– Non sto parlando della terza guerra mondiale, ma di un grande scontro. Quanto siamo vicini? Penso che sia vicino. È questione di tre o quattro mesi e c’è il rischio che ciò avvenga presto, afferma il presidente serbo Aleksandar Vucic nel contesto del conflitto tra la Russia e i paesi occidentali. Secondo il leader, ignorare Putin porterà a conseguenze disastrose.

Aleksandar Vucic Ha rilasciato un’intervista al settimanale svizzero “Die Weltwoche”, in cui ha parlato di questioni legate alla geopolitica contemporanea, in particolare di quella attualmente condotta dai paesi occidentali.

Aleksandar Vucic critica la politica occidentale

Come ha suggerito il presidente serbo, la NATO cerca lo scontro diretto con la Russia. Lui ha dichiarato che, secondo lui, i leader degli Stati membri vogliono trarre vantaggio dalla guerra in Ucraina Per rovesciare Vladimir Putin e rovesciare il suo governo. Secondo Vucic, L’effetto potrebbe essere esattamente l’opposto.

– Non sto dicendo che i paesi occidentali si sopravvalutino, ma penso di sì Russia e Putin sono sottovalutati. In Europa, i leader si comportano come se fossero grandi eroi, ma non sono onesti e non lo dicono ai loro cittadini Tutti pagheranno un prezzo altissimoHa detto che se fosse scoppiata la guerra.

Vedi: Incidente aereo militare russo. La Svezia ha raccolto i combattenti

– Tutti parlano solo di guerra (…) Nessuno parla di pace. La pace è quasi una parola tabù – Il presidente serbo era arrabbiato.

Aleksandar Vucic ha dichiarato che il piano di Emmanuel Macron e Olaf Scholz è quello di “inviare le forze della NATO al fronte”. Lui ha sottolineato che l’idea era di localizzare in questo modo gli scontri con la Russia sul territorio ucraino Evitare il conflitto armato che si verifica in Europa centrale.

READ  Ratti giganti hanno attaccato la Russia. Sappiamo da dove vengono

Il presidente della Serbia non ha dubbi: mancano solo pochi mesi al conflitto globale

Il presidente serbo nell’intervista al settimanale ha espresso la convinzione che sia solo questione di tempo prima che scoppi un grande conflitto mondiale. Secondo lui, inizierà quest’anno.

Vedi: Andrzej Duda risponde a Vladimir Putin. “Richieste scioccanti”

– Non sto parlando della terza guerra mondiale, ma di un grande scontro. Quanto siamo vicini? Penso che sia vicino. è una domanda Tre, quattro mesiHa detto che c’era il rischio che ciò accadesse troppo presto.

– Ci stiamo avvicinando a un grave disastro e sembra che il treno sia già uscito dalla stazione, cioè a fuoco – Vucic ha riassunto la sua visione.

Fonte: “Die Weltwoche”

Per saperne di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto