Rinviato il processo contro Hunter Biden – Notizie

Il processo di Hunter Biden, iniziato in un tribunale di Wilmington, nel Delaware, è stato rinviato venerdì. Il figlio 54enne dell’attuale presidente americano Joe Biden è stato accusato di possesso illegale di armi e di aver rilasciato false dichiarazioni. Rischia 25 anni di carcere. Poiché è dipendente dalla droga, Biden Jr. ha acquistato una pistola Colt Cobra nel 2018, per nascondere la verità sulla sua dipendenza.

Venerdì i pubblici ministeri speciali hanno terminato di presentare prove e argomentazioni a sostegno dell’accusa. Nel giro di pochi giorni hanno presentato materiale che indicava che Hunter Biden era dipendente dalla droga. Hanno anche intervistato diverse donne che hanno testimoniato sul suo uso di droga.

Continua l’articolo sotto il video

Gli avvocati di Hunter Biden avevano precedentemente sostenuto che, secondo la figlia dell’imputato, Naomi, e suo zio, James (fratello del presidente), l’imputato era un tossicodipendente in fase di recupero al momento dell’acquisto della pistola. Naomi Biden ha detto venerdì alla giuria di essere orgogliosa di vedere suo padre in riabilitazione nel 2018. Ha sottolineato che non ha fatto uso di droghe in sua presenza. Ha anche detto alla giuria che la pistola “sembrava essere in buone condizioni” quando l’ha acquistata. La difesa di Hunter Biden ha annunciato che non chiamerà più testimoni, ma avrà tempo fino a lunedì per decidere se il figlio del presidente americano testimonierà.

READ  Guerra in Ucraina. Media: Russia e Ucraina hanno negoziato un accordo sul grano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto