Ratti giganti hanno attaccato la Russia. Sappiamo da dove vengono

Il biologo Pavel Glazkov ha spiegato quale potrebbe essere la ragione della comparsa dei ratti giganti a Mosca. I cittadini hanno recentemente avvistato roditori vicino a una casa a ovest della capitale.

Secondo il mondo, Sul tetto compaiono grandi topi Potrebbe essere causato dal raffreddore. L'esperto ha sottolineato che i grandi ratti di Mosca rappresentano una specie specifica arrivata in Russia dalla Cina.

Questi sono topi grigi o “topi maculati”.. Lo specialista ha inoltre aggiunto che i ratti grigi non possono essere eliminati, sebbene il loro controllo sia in corso da molto tempo. È una specie altamente resistente e invasiva.

Il resto dell'articolo è sotto il video

I russi hanno un problema. È una battaglia dura

I topi sono tra gli animali più intelligenti, capaci di sopravvivere in quasi tutte le condizioni. Ciò è senza dubbio influenzato dalla loro capacità di apprendere (compreso l’apprendimento dai propri errori), nonché dai loro denti molto forti che funzionano bene in molte situazioni.

Gli esperti stimano che i denti di queste creature raggiungano un livello di 5,5 sulla scala di durezza Mohs. Cioè, una scala di dieci punti di durezza minerale, dove 1 è il materiale più morbido – talco, e 10 – il materiale più duro – il diamante. Sottolineano inoltre che la sua durabilità è pari a quella del ferro e del platino.

Durante la guerra i ratti possono danneggiare gli indumenti caldi, le scarpe e persino i giubbotti antiproiettile, ormai indispensabili in prima linea.. Un'altra minaccia sono le varie malattie trasmesse dagli animali. Vale la pena notare che alcuni ricercatori ritengono che i ratti abbiano avuto un ruolo importante nella diffusione della cosiddetta “morte nera”, cioè l’epidemia di peste che colpì l’Europa negli anni 1347-1353 e causò la morte di milioni di persone. .

READ  In una rivalità con Putin, il tedesco Schulz mostra uno stile più deciso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto