- Advertisement -spot_img
HomeTechQuesta mia guerra - Vicino a terrificante autentico

Questa mia guerra – Vicino a terrificante autentico

- Advertisement -spot_img

reazioni
7 Marco 2022, 13:53


This War of Mine è un progetto che è più di un semplice videogioco e manca poco per essere un’esperienza già spaventosa. Tuttavia, fa il lavoro con tutti i mezzi.









Da tempo possiamo osservare in prima persona come la guerra stia sconvolgendo la vita della gente comune. Come in minuti, ore e talvolta giorni, una vita quotidiana tranquilla definita da abitudini e schemi si trasforma in ansia costante e lotta per la vita. In un certo senso, permette di comprendere la condizione di persone che si sono trovate in una situazione del genere Questa guerra delle mine Un titolo che sembra trascendere il noto framework del videogioco.

La produzione degli studi a 11 bit, rilasciata a novembre 2014, è ora terminata a causa della decisione dei creatori L’intero importo dalla vendita di copie del gioco Spesa a sostegno della Croce Rossa ucraina. Una decisione che è stata accolta calorosamente da centinaia di migliaia di avventori, ma che è stata anche portata all’indirizzo Rivedere il fenomeno dell’esplosione. Oggi non voglio discutere con voi del comportamento della comunità videoludica, ma della produzione stessa, che a mio avviso sta a metà tra un videogioco e un’esperienza o, in altre parole, un’esperienza.


storia sulla vita

Annunciando il loro lavoro nel marzo 2014, gli autori hanno fortemente sottolineato l’ispirazione e gli obiettivi che volevano raggiungere. Hanno affermato che il primo li ha riportati in vita attraverso i racconti di persone che si sono trovate improvvisamente in una situazione senza speranza e hanno subito direttamente gli effetti della guerra. Storie drammatiche, cupe e tragiche sono diventate la tela su cui i creatori hanno deciso, con il dovuto rispetto e apprezzamento, di dipingere qualcosa di completamente diverso dalle decine di giochi di sopravvivenza e di guerra disponibili sul mercato. Ecco cosa ha detto a riguardo Bowie Michowski, Senior Writer agli 11 Bit Studios, in un’intervista a servizio di tecaptore:

Editori: Questa guerra delle mine È basato sulla storia dell’assedio di Sarajevo. Cosa ti ha spinto ad affrontare un argomento così difficile?

Bawi Michowski: Mio fratello Grzegorz, che è il direttore generale degli studi a 11 bit, ha letto le storie e i ricordi di persone sopravvissute a conflitti armati. Lo colpì che la sfida fisica non fosse la peggiore, ma la sfida emotiva che le persone dovevano sopportare. In uno degli incontri, ha detto che questa è un’idea di gioco, ma solo se prendiamo sul serio l’argomento e creiamo un’esperienza con il dovuto rispetto, come in un film. pianista A proposito di Władysław Szpilman, che sta cercando di sopravvivere nell’inferno della guerra. E abbiamo capito subito. Tutti hanno convenuto che è molto stimolante e che il gioco non deve essere divertente, può essere un argomento molto pericoloso se lo affrontiamo in modo appropriato e con un gameplay coinvolgente. E senza alcuna morale superficiale.

READ  Cavallo di Troia su Google Play. Il famoso scanner di codici QR stava rubando le password

allo stesso modo Definire le ipotesi di progetto E la forma finale prevista del titolo, al momento del primo annuncio nel marzo 2014, Michal Drozdovsky, lead designer di 11 Bit Studios:

READ  Sony sospende tutte le vendite PlayStation in Russia

Mentre lavoravamo a un nuovo gioco, ci siamo imbattuti in un articolo in cui un uomo descrive come è riuscito a sopravvivere in una città assediata. Dopo aver letto il suo romanzo, abbiamo capito l’orrore delle persone in una situazione simile. Abbiamo deciso di creare un gioco basato sulla sua storia e fare qualcosa che commuova le persone e le faccia concentrare per un momento sull’ambiente circostante. È tempo che i giochi, come altre forme d’arte, inizino a parlare di cose importanti.


Poche ore trascorse nel mondo Questa guerra delle mineSolo per vedere che le promesse non sono state gettate al vento. Fin dal primo momento, l’azione costringe il giocatore ad entrare in un mondo non tanto oscuro e ostile quanto impenetrabile e incomprensibile. Non intende spiegare nulla, descrivere le regole o introdurre un meccanico in nessuna fase. Nessuno ha mai dato regole del gioco ai civili che stanno soffrendo per gli orrori della guerra.

giochiamo?

Stiamo iniziando a pensare che questo sia un ottimo tema per il gioco. Ma, ovviamente, il gioco ha il suo linguaggio: i meccanismi che devono essere inseriti in esso. Abbiamo cercato di essere il più vicino possibile alla realtà, ma ovviamente abbiamo creato un gioco che dovrebbe creare dipendenza. Per questo motivo, non c’è un tutorial, perché quando scoppia la guerra, nessuno ti dirà cosa fare. Non ci sarà nessun tutorial.

Paweł Miechowski dentro Intervista a RockPaperShotgun.

Molto è stato scritto e detto su come sbloccare i videogiochi. Conosciamo molto bene gli esempi di introduzioni in ritardo e non riuscite e quelli che possiamo modellare. Questa guerra delle mine Già a questo punto sembra essere qualcos’altro. Questa storia non è sbloccata da nessun tutorial ed è un’attività pianificata per i creatori. In questo modo, volevano rendere l’intera esperienza di gioco più realistica. Questo è uno dei tanti elementi che guidano il titolo verso la sopravvivenza e lo portano lontano dal videogioco nel suo senso tradizionale e forse antiquato. Fin dall’inizio, per dirigere il destino di un certo gruppo di abitanti della città immaginaria di Bogorn, dobbiamo identificarci con loro, la loro perdita, il loro orrore, la loro profonda depressione e la loro debole volontà di combattere. Gli autori volevano che non fosse disturbata dagli elementi a noi noti di molti giochi di sopravvivenza. In modo che le impressioni non siano influenzate da “successi” improvvisi e da un senso di controllo sulla situazione. Nel frattempo, hanno dovuto mettere insieme qualche meccanismo per renderlo ancora un “gioco”.

READ  Codici transazione PS5 2022: l'elenco completo, tutte le risposte e come riscattare

Quindi il titolo ha le sue regole. Le restrizioni imposte dall’alto che danno a tutta la storia il tono giusto. Un quadro che assicuri che il messaggio non vada perso da qualche parte e distolga l’attenzione del destinatario da questo punto essenziale: l’impotenza e l’impotenza dei civili che vivono nel mezzo del combattimento. È qui che entra in gioco lo zaino limitato. Questo è il motivo per cui c’è solo un’avventura notturna in un dato giorno e solo solitario. È per questo motivo che specifiche dipendenze in relazione agli oggetti e qualche colorazione eccessiva quando si parla di emozioni tormentano i protagonisti di questo ipotetico dramma.

READ  GTA 5 per PS5 e XSX | S in dettaglio. 3 modalità, tanti miglioramenti e "eccellente qualità" con 4K e RT


in questo modo Questa guerra delle mine Sottolinea la fragilità della vita umana. In forma di gioco, non ci dice come essere un eroe, ma quanto sia difficile essere una persona normale e agire in modo umano quando le bombe cadono e le scorte si esauriscono. Non c’è posto qui per le “vittorie” conosciute ogni giorno da numerosi giochi di guerra e altri.

Due settimane dopo il primo spettacolo Questa guerra delle mine Gli autori ne hanno condiviso uno interessante Grafici. Tra le cifre più interessanti dell’epoca, citano 92 paesi in cui è stato acquistato il gioco, la fascia di età media degli acquirenti (25-34), ma anche un significativo 11% – meno di quanto molti giocatori siano riusciti a sopravvivere fino alla fine della guerra in il paese immaginario di Graznavia.

È corretto?

Questa guerra delle mine La riflessione porta in primo piano un elemento trascurato del conflitto armato. Giocando e vivendo successivi fallimenti, che qui sono inevitabili, analizziamo la situazione e proviamo a metterci nei panni di personaggi virtuali. È qui che la produzione fa un grande passo avanti verso la “sperimentazione”, consentendo al pubblico di spostarsi altrove.

Farei lo stesso in questo caso? Posso essere “facile” da rompere? Trovo una via d’uscita da una particolare crisi? Sarei disposto a derubare, derubare o uccidere se la mia vita o i miei cari dipendessero da questo? Ogni quarto d’ora che trascorri a Pogoren porta con sé nuove missioni e situazioni ipotetiche, le cui conseguenze si riflettono nei personaggi virtuali che guidiamo.

È ancora in qualche modo un “gioco”, quindi le restrizioni applicate o le semplificazioni ci fanno dubitare di ciò che vediamo e sperimentiamo. Lasciamo il nostro amico, sdraiato sul letto in cantina e affamato, morente, con il cibo che abbiamo appena preso nello zaino, perché la situazione che abbiamo affrontato di notte ci ha spezzato mentalmente? Tali momenti esistono in Questa guerra delle mine Vi ricordo che questo è un gioco con un messaggio forte, ma definirlo una fedele rappresentazione di un destino civile durante la guerra è davvero audace.

READ  Elden Ring ha problemi a salvare il PC; Pazza popolarità del gioco su Steam

Allo stesso tempo, è forse il messaggio più fedele e pertinente a questo argomento che il proprietario di un computer o di una console possa incontrare. Qualcosa che permette, però, di immaginare i drammi di centinaia di migliaia di donne, uomini e bambini coinvolti nel tumulto della guerra. Un progetto che dà un’idea di ciò che milioni di ucraini devono affrontare oggi, e prima ancora ha incontrato rappresentanti di molti altri paesi più di una volta. Questo è un messaggio necessario e potente che dobbiamo tenere a mente ogni volta che vediamo una copertura in prima linea.

Ciò che le persone soffrono [podczas wojny – przyp. red.] La maggior parte di loro sono sfide emotive. Sul sito di Amnesty International potete trovare un articolo su una giovane donna ferita il primo giorno dell’assedio di Sarajevo. È stata portata in ospedale. Durante l’assedio lavorarono sempre, ma presto finirono i beni di prima necessità, come bende e antibiotici. Fu messa sul letto accanto alla vecchia signora. Entrambi erano in pessime condizioni. Di notte, il medico ha dovuto decidere quale salvare: ha deciso di salvare la più piccola perché aveva tutta la vita davanti a sé. Nella stessa notte morì un’anziana signora.

READ  Cavallo di Troia su Google Play. Il famoso scanner di codici QR stava rubando le password

Paweł Miechowski dentro Intervista a RockPaperShotgun.

Non c’è altro che ripetere l’apposito hashtag #fuckthewar che accompagna un’iniziativa di vendita esistente Questa guerra delle mine.

Circa l’autore

Questa guerra delle mine Suonato per la prima volta a gennaio di quest’anno, solo per conoscere lo scoppio della guerra in Ucraina poche settimane dopo, immerso nell’esperienza. Da questo punto di vista, tratto il progetto degli studi a 11 bit come una situazione obbligatoria che tutti devono affrontare ad un certo punto della propria vita. Non capire l’inferno della guerra, cosa che ancora non è possibile con nessun atto culturale, ma iniziare a guardare in modo diverso i conflitti armati in qualsiasi parte del mondo. Nei resoconti dei media pieni di devastazione e manovre militari, è facile perdere di vista il profano. di lei Questa guerra delle mine Menzionato. Se vuoi discutere con me, sono qui Disponibile su Twitter.







- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Stay Connected
16,985FansLike
2,458FollowersFollow
61,453SubscribersSubscribe
Must Read
- Advertisement -spot_img
Related News
- Advertisement -spot_img

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here