Nuovi accordi dopo l’incontro di Putin e Lukashenko. Equipaggiamento militare all’avanguardia della Bielorussia | notizie dal mondo

Guarda il video
Andrei Duda: solo l’aggressione russa. Non so se Putin spera in un tale successo

La notizia dell’incontro è stata riportata da Reuters, citando l’agenzia di stampa bielorussa. I leader di Russia e Bielorussia hanno tenuto colloqui venerdì 11 marzo a Mosca.

Incontro tra Vladimir Putin e Alexander Lukashenka

Putin e Lukashenko hanno discusso la cooperazione tra i loro paesi nel prossimo futuro. Nell’ambito di questa cooperazione, ha affermato, Mosca fornirà a Minsk “l’ultimo equipaggiamento militare”. Reuters. Inoltre, la Dichiarazione della Cintura mostra che i leader hanno deciso di sostenersi a vicenda di fronte agli occidentali Sanzioni imposto a Russia e Bielorussia in connessione con l’invasione dell’Ucraina. Riguarda i prezzi dell’energia, tra le altre cose, ma l’agenzia bielorussa non ha fornito dettagli.

Alexander Lukashenka (immagine illustrativa)Bielorussia. Lukashenka al Ministero della Difesa Nazionale: Dobbiamo mettere al sicuro le retrovie dell’esercito russo

CNN Aggiunge un altro aspetto alla cooperazione. In cambio di equipaggiamento militare, la Bielorussia aumenterà la fornitura, tra l’altro, di moderne attrezzature agricole, ma anche di altri prodotti di ingegneria. Le delegazioni dei due Paesi, che si incontreranno lunedì a Mosca, determineranno i dettagli.

Ultime informazioni sulla guerra in Ucraina e le sue conseguenze Nella home page Gazeta.pl

La guerra in Ucraina. Le sanzioni hanno già danneggiato la Russia

Questo tipo di compromesso potrebbe mostrare come il Cremlino stia cercando di mitigare almeno un po’ l’impatto delle sanzioni occidentali cercando un’opzione per fornire all’alleato l’equipaggiamento necessario. Tra le restrizioni alla Russia ci sono gravi restrizioni sulla vendita di nuove tecnologie americane e di altro tipo alla Russia. Ad esempio, l’Unione Europea ha imposto restrizioni all’equipaggiamento e alla tecnologia marittima. Giappone Divieto di esportazione di attrezzature utilizzate nell’industria della raffinazione. E questa non è la fine, presto arriveranno le prossime sanzioni.

READ  L'Australia accusa la Cina di aver commesso un "atto intimidatorio" dopo aver puntato un laser contro un aereo

Ursula von der Leyen, Presidente della Commissione EuropeaUrsula von der Leyen annuncia nuove sanzioni dell’UE contro la Russia. “Vincerà l’Ucraina”

In connessione con l’invasione dell’Ucraina, le singole società ritirano anche il supporto tecnologico per i loro partner esistenti in Russia – lo hanno annunciato, ad esempio, i maggiori produttori di aeromobili, Boeing e Airbus, che non forniranno pezzi di ricambio alle compagnie aeree russe (e se questo non è abbastanza, nemmeno la Cina.) Alstom e Siemens, che hanno collaborato alla produzione di treni in Russia, hanno smesso di collaborare con essa.

“Le conseguenze delle sanzioni occidentali, comprese quelle imposte direttamente dalle multinazionali, stanno paralizzando altri settori dell’economia domestica. Questo dimostra quanto la Russia sia strettamente collegata al mondo. La produzione della Lada è stata interrotta pochi giorni fa per mancanza di parti importate necessarie Ritornano al design originale dell’auto, basato su componenti russi (nella versione attuale, la carrozzeria è prodotta solo nel paese.) Anche l’agricoltura e l’industria alimentare – settori coperti da un programma di sostituzione delle importazioni su larga scala in gli ultimi otto anni – sono ancora fortemente dipendenti dalle forniture estere. Dalla fornitura di patate da semina dall’Europa, dal giardinaggio – da talee e semi importati “- ho scritto qualche giorno fa Nella sua analisi Iwona Wiśniewska Dal Centro di Studi Orientali. Raccomandiamo questo rapporto e altri pubblicati da OSW, pubblicati quotidianamente.

Camille Galev, giornalista e ricercatrice associata al think tank statunitense indipendente Wilson, ha anche scritto in modo molto interessante su Twitter (in inglese) la dipendenza dell’economia russa dall’importazione di tecnologie occidentali. “La Russia è così strettamente integrata con le catene tecnologiche occidentali che il taglio di questi legami porterà al loro collasso. Le sanzioni sono già efficaci e potrebbero essere ancora più efficaci” – ha affermato l’analista.

READ  Invasione russa dell'Ucraina. Le forze russe catturarono Kherson

Continua la guerra della Russia contro l’Ucraina. Sono state ricevute informazioni su case distrutte, feriti e morti. I bisogni aumentano di ora in ora. Ecco perché Gazeta.pl unisce i suoi sforzi con la Fondazione del Centro polacco per l’assistenza internazionale (PCPM) per sostenere gli aiuti umanitari per ucraini e ucraini. Chiunque può partecipare alla campagna di raccolta fondi effettuando un deposito tramite Facebook o pagine pcpm.org.pl/ucraina. Maggiori informazioni nell’articolo:

Come aiuti l'Ucraina?  Gazeta.pl collabora con PCPMGazeta.pl collabora con PCPM per supportare l’Ucraina. Scopri come è possibile aiutare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.