Mercoledì inizia la primavera astronomica

Vedremo Giove, uno dei pianeti luminosi nel cielo in questo periodo, e ci sarà anche l'opportunità di vedere Mercurio. Anche la primavera ci accoglie con la cometa 12P/Pons-Brooks. Il momento esatto dell'inizio della primavera astronomica quest'anno è mercoledì 20 marzo, alle 6/4, dopodiché il sole supererà l'equinozio di primavera, chiamato punto d'Ariete.

Quando guardiamo i sistemi di coordinate astronomiche, il cerchio in cui il Sole apparentemente si muove nel cielo durante l'anno è chiamato eclittica. Il piano dell'eclittica contiene l'orbita terrestre. Esiste un secondo sistema di coordinate astronomiche in cui si trova l'equatore celeste. Può essere visualizzato come un'estensione nello spazio del piano dell'equatore terrestre. A causa del fatto che l'asse di rotazione terrestre (e quindi anche l'equatore perpendicolare all'asse di rotazione) è inclinato rispetto al piano dell'eclittica, l'equatore celeste e l'eclittica si intersecano in due punti. Uno è il punto dell'Ariete e l'altro è il punto della Bilancia.

La definizione dell'inizio della primavera astronomica è legata al passaggio del Sole attraverso questo punto di intersezione. In questo caso è il punto del concepimento. Quindi inizia la primavera nell'emisfero settentrionale, mentre inizia l'autunno nell'emisfero meridionale.

Quando il Sole è nella punta dell'Ariete, si verifica l'equinozio. Da allora la notte è diventata più corta del giorno. Il tempo in cui potremo ammirare gli oggetti nel cielo notturno si ridurrà con il passare dei giorni di primavera. Mentre all'inizio di marzo erano circa 12 ore (escluso il crepuscolo civile), a fine aprile saranno meno di 8 ore.

Un fatto interessante è che, nonostante il nome, il punto dell'Ariete non si trova nella costellazione dell'Ariete. Ha superato questa costellazione nel I secolo d.C. e ora si trova nella costellazione dei Pesci. Questo punto si muove lentamente sullo sfondo delle costellazioni a causa del cambiamento nella posizione dell'asse di rotazione terrestre (precessione). Completa un ciclo completo in 25.800 anni. Nell'anno 2597, il punto dell'Ariete sarà nella costellazione dell'Acquario.

READ  Una ricetta che cambierà il tuo modo di trattare ingredienti semplici

Anche se le notti sono sempre più brevi, possiamo vedere nel cielo molti oggetti astronomici interessanti. Analizziamo la situazione nel cielo serale di inizio primavera.

Sul lato occidentale del cielo possiamo vedere Giove luminoso, e relativamente presto dopo il tramonto puoi provare a individuare Mercurio: basso sopra l'orizzonte. Giove ci aiuterà a decidere dove guardare (dovresti guardare a destra sotto Giove, vicino all'orizzonte).

Urano può essere visto vicino, ma sopra, Giove. Per vedere questo pianeta avrai bisogno di un telescopio. Possiamo cercare Urano vicino alla linea tra Giove e un gruppo di stelle chiamato Pleiadi.

Giove sarà utile anche come punto di riferimento per aiutarci nella ricerca della cometa 12P/Pons-Brooks. Può essere visto la sera alla destra di Giove. Ogni giorno ti avvicinerai a Lui in paradiso. La sua luminosità attualmente osservata è stimata a circa 5,3 magnitudo, quindi rientra nel campo binoculare. Si prevede che darà il meglio di sé all'inizio di aprile.

Ora guardiamo le stelle. Di sera la costellazione di Orione è ancora ben visibile (guardate a sinistra di Giove). È costituito da stelle luminose che ricordano la sagoma schematica di un essere umano. Nello specifico, al centro si possono vedere tre stelle luminose in fila vicine l'una all'altra, questa è la cintura di Orione. Più a sinistra vedremo la stella più luminosa nel cielo notturno: Sirio. Intorno alle 22 verranno allestiti sia Orion che Sirius.

Ora diamo un'occhiata a come appare il cielo mattutino. Poi nella parte orientale del cielo possiamo vedere chiaramente il cosiddetto Triangolo estivo. I suoi picchi sono costituiti dalle stelle luminose Vega, Deneb e Altair. Il nome si riferisce all'estate, perché può essere visto chiaramente la sera e tutta la notte.

READ  Educazione dei bambini ucraini nelle scuole polacche. Due sistemi tra cui scegliere [POSŁUCHAJ] - Varsavia e Mazovia - le ultime notizie in RDC

In generale, questa primavera ci sono solo pianeti tra i pianeti Giove, Mercurio e Urano nella prima parte di questa stagione. Solo nella seconda metà della primavera, al mattino, Marte, Saturno e Nettuno diventeranno più visibili. Il fiore sarà stupendo solo quando arriverà l'estate.

L’8 aprile ci sarà un’eclissi solare totale negli Stati Uniti e in Messico. Il 25 marzo ci sarà un'eclissi lunare penombrale, che non sarà visibile nemmeno in Polonia.

Tra gli sciami meteorici, le Lire sono più attive nella notte tra il 22 e il 23 aprile. Possiamo vedere fino a 18 meteore all'ora. Un altro sciame che si irradia a maggio è Eta Aquaridus con un massimo il 6 maggio, che produce potenzialmente fino a 60 meteore all'ora.

La luna piena primaverile si verificherà il 25 marzo, 24 aprile e 23 maggio, mentre la luna nuova si verificherà l'8 aprile, 8 maggio e 6 giugno.

Il 12 aprile segna l’anniversario del primo volo umano nello spazio (Yuri Gagarin nel 1961), il 22 marzo sarà la Giornata mondiale della Terra e il 16 maggio sarà la Giornata mondiale della luce.

Presto, nella notte tra il 30 e il 31 marzo, ci sarà il passaggio dall'ora invernale a quella estiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto