La polizia tedesca ha scortato i migranti in Polonia

Questa volta il presunto incidente è stato riportato dai media tedeschi. “La polizia tedesca riporta i migranti in Polonia e li rilascia”, ha riferito la Sueddeutsche Zeitung. E così una dozzina o più di uomini, donne e bambini con valigie e un animale domestico camminano sotto la pioggia battente”, si legge nella descrizione dell’incidente completo.

L’incidente avrebbe dovuto svolgersi sabato 15 giugno al valico di frontiera tra Francoforte (Oder) e Sluice. La polizia tedesca non ha ancora commentato le notizie.

La polizia tedesca abbandona i migranti

Questa non è la prima volta che ciò accade. Ricordiamo che venerdì un’auto della polizia tedesca ha attraversato il valico di frontiera a Osinów Dolny, lasciando sul lato polacco una famiglia di immigrati dal Medio Oriente. Secondo quanto riportato dai media, due adulti e tre bambini sono scesi da un’auto della polizia parcheggiata nel parcheggio. L’auto della polizia si è allontanata e la folla si è allontanata infastidendo i passanti e si è diretta verso un grande discount.

Il caso suscitò scalpore a livello internazionale. “La parte tedesca si è rammaricata di questo incidente. Come promesso dal capo della polizia federale, i capi di tutte le indagini della polizia federale in Germania sono stati istruiti a non ripetere un simile comportamento”, ha detto martedì il quartier generale delle guardie di frontiera.

Domanda di asilo e scomparsa improvvisa

“Rzeczpospolita” ha descritto il dietro le quinte del caso. Nella notte del 14 giugno, una pattuglia di polizia ha arrestato una famiglia afghana di cinque persone nell’ambito dei controlli intensificati al confine polacco. Dopo aver controllato la banca dati del sistema Schengen, è emerso che aveva presentato domande di asilo in Polonia. La polizia tedesca ha poi scortato queste persone in un parcheggio a Osinów Dolny, nel voivodato della Pomerania Occidentale.

READ  È stata intrapresa un'azione disciplinare contro la moglie di Vikas. "La vendetta politica di Dusk"

“Le procedure note come Regolamento Dublino III, che si applicano a tutti i paesi dell’UE, sono state sistematicamente violate”, si legge. – La parte tedesca deve informare per iscritto il capo dell’Ufficio polacco per gli stranieri della volontà di trasferire gli afghani nel nostro Paese. E aspetta l’approvazione – spiega il tenente colonnello Rafal Podoky, capo del Centro di sicurezza per stranieri a Grozno Odrzansky. Tali procedure possono richiedere fino a un mese. “Gli afghani sarebbero stati rimandati a Varsavia in aereo. Così sono scomparsi e nessuno sapeva dove fossero. Molto probabilmente avrebbero cercato di rientrare in Germania. La famiglia afghana ha attraversato illegalmente il confine polacco-bielorusso il 6 giugno. ha chiesto asilo in Polonia,​​​​ se non è stato restituito è scomparso dal centro per stranieri.

“Le procedure per l’asilo sono chiare: la protezione viene garantita dal primo paese sicuro, ma il problema è che i migranti non le rispettano”, riferisce “Rz”.


Per saperne di più:
Jabłoński: Chi è al potere ha fiducia in tutto nei tedeschi e ha paura di protestare
Per saperne di più:
Dziedziczak: La reazione del governo all’importazione di immigrati dalla Germania è fasulla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto