La brutalità dei russi. Hanno ucciso una donna su una sedia a rotelle e suo marito ha visto tutto

Non si fermarono per giorni Combattimenti nella regione di Kharkov Come al solito, i civili sono quelli che soffrono di più. Riguardo al dramma accaduto nella stessa Wołczańsk, Che i russi stanno attualmente lottando per occupare Lo ha riferito qualche giorno fa la procura locale.

I funzionari hanno detto che gli occupanti hanno sparato all’uomo Su una sedia a rotelle. Alla fine si è scoperto che la vittima non era l’uomo, ma la moglie a carico e disabile. Ora Il marito della vittima ha raccontato quello che gli è successo. Non riusciva a nascondere le lacrime, tremava tutto.

Mentre li attaccavano Città La coppia non è uscita di casa Per quattro giorni. Quando finalmente riuscirono a organizzare l’assistenza sotto forma di una sedia a rotelle con l’aiuto di estranei, si verificò una tragedia inimmaginabile. Si stavano semplicemente preparando a scappare.

Il resto dell’articolo è sotto il video

La coppia lasciò la casa quasi mentre erano in piedi. Ancora una moglie Sono riuscito a indossare una giacca rossa e hanno preso i documenti. Il marito ha cercato di spingere la moglie su una sedia a rotelle, ma la sedia a rotelle zoppicava ogni pochi metri su una superficie irregolare. Si udirono spari ovunque.

Uomo Si chinò per aprire il volante Con questa moneta gli occupanti hanno aperto il fuoco su di loro È esplosa una mitragliatrice. Questo si è rivelato mortale.

Ha inoltre autorizzato il pubblico ministero a indagare Documenta i crimini di guerra commessi dai russi In Ucraina uno dei proiettili l’ha colpita alla testa. Vide chiaramente la ferita, parti del cervello e il sangue che erano sul corpo della donna assassinata. Voleva evacuarla, ma non poteva perché la sedia a rotelle era bloccata. Quindi è fuggito a piediHa lasciato il corpo della moglie per strada.

READ  La Russia intensifica gli attacchi in mare, i blogger del Cremlino celebrano “È la vendetta per la flotta russa”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto