Kodula su Holovnia: Un uomo triste è venuto e ha detto di no adesso. Ha una notizia triste

Un uomo triste è venuto e ha detto: “Non adesso, siamo seri, non è un bel momento, queste non sono belle emozioni”. Ma sai cosa? Voglio dirti qualcosa. Non ci arrenderemo e vedremo la liberalizzazione della legge sull'aborto fino alla fine del mandato, ha dichiarato sabato la ministra per le pari opportunità Katarzyna Kotula, riferendosi alla decisione del presidente del Sejm, Szymon Hołownia. Legge sull'aborto dopo il primo turno delle elezioni locali.

Durante la conferenza elettorale della sinistra, la ministra per l’uguaglianza Katarzyna Kotula e il presidente del Sejm Szymon Hołownia, decidendo che le leggi sull’aborto saranno esaminate al Sejm l’11 aprile, dopo il primo turno delle elezioni locali, hanno rubato il festa della donna, festa della donna.

– E adesso? Rimarremo in questo triste stato d'animo, sentendoci impotenti e impotenti? No, assolutamente. Perché volevo dirti cosa mi dà la forza. “Traggo la mia forza dal sapere che noi deputati del gruppo parlamentare di sinistra, ministri della coalizione di governo del 15 ottobre, siamo bravi a raggiungere i nostri obiettivi”, ha affermato.

– Abbiamo promesso finanziamenti governativi per i test e il disegno di legge è stato approvato. Avevamo promesso una pillola del giorno dopo da banco. Il disegno di legge è stato approvato al Sejm e approvato al Senato. Sig. Presidente (Andrzej – ndr) Dudo, stiamo aspettando la tua firma. Vi abbiamo promesso di liberalizzare la legge sull'aborto e il primo giorno del decimo mandato del Sejm abbiamo presentato al Sejm due buoni progetti di legge. Depenalizzazione e liberalizzazione della legge sull'aborto – ha menzionato.

Katharsina Kodula PAP/Rafał Guz

– Poi è venuto un uomo triste e ha detto che non adesso, siamo seri, non è un bel momento, queste non sono belle emozioni. Ma sai cosa? Voglio dirti qualcosa. “Non ci arrenderemo e questa legislatura approveremo la liberalizzazione delle leggi sull'aborto”, ha dichiarato.

– E se quest'uomo triste ha pensato per un momento che le elezioni locali del 7 aprile non riguarderanno i diritti delle donne, ha una triste notizia. Ha aggiunto che queste elezioni locali riguarderanno sicuramente, ora sicuramente, i diritti delle donne, il diritto di prendere decisioni sulla propria salute, corpo e vita.

READ  Crisi Russia-Ucraina. Annuncia la mobilitazione della Repubblica popolare di Donetsk

Dziemianowicz-Bąk: Aborto fino alla 12a settimana di gravidanza

Agnieszka Dziemianowicz-Baek, ministro della Famiglia, del Lavoro e delle Politiche Sociali, ha promesso che l’aborto sarà sicuro, gratuito e legale fino alla 12a settimana di gravidanza.

Il capo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha parlato anche del problema delle madri di bambini prematuri. Ha ammesso che questo gruppo di donne ha notato che il congedo di maternità iniziava immediatamente dopo la nascita del bambino, nonostante dovessero rimanere in ospedale per diverse settimane. Hanno proposto che il congedo di maternità inizi dopo il ricovero in ospedale.

Katarzyna Kotula e Agnieszka Dziemianowicz-Bąk PAP/Rafał Guz

Dziemianowicz-Bąk ha annunciato che questa primavera sarà pronto un progetto di legge che estenderebbe il congedo di maternità alle madri di bambini prematuri o alle madri ricoverate in ospedale dopo la nascita.

Ha anche annunciato la preparazione di un disegno di legge per colmare il divario salariale tra donne e uomini. Ha parlato anche della lotta contro il divario pensionistico. – Non innalzeremo l'età pensionabile, ma incoraggeremo le donne a lavorare più a lungo se lo desiderano. Oggi gli anziani sono pieni di energia e vitalità. Il governo dovrebbe permetterci di utilizzare questa energia. “Lo faremo e un disegno di legge è già in preparazione”, ha aggiunto.

Żukowska: Mettiamo i nostri diritti nel congelatore

La leader del Club della Sinistra, Anna Maria Zhukowska, ha parlato di ciò che sta accadendo in parlamento. Lui ha fatto riferimento all'annuncio del maresciallo Holovnia secondo cui dopo le elezioni locali dell'11 aprile al Sejm verranno adottati i progetti di legge sull'aborto.

La sinistra è stata la prima a presentare due progetti di legge per modificare la legge sull’aborto durante questo mandato. Żukowska ha detto alla conferenza che la sinistra è stanca di tenere “i nostri diritti nel congelatore”. – Abbiamo il diritto e vogliamo che le leggi sull'interruzione della gravidanza presentate dal Club della Sinistra vengano esaminate al Sejm – ha sottolineato ed ha invitato il maresciallo Szymon Hołownia a mantenere la parola sull'assenza del “congelatore” al Sejm.

READ  Gli italiani furono sorpresi di sequestrare la proprietà del propagandista russo. "Nessuno lì lo conosce"

Anna Maria ChukowskaPAP/Rafał Guz

Parlando dell'attività della sinistra in Parlamento, ha menzionato il progetto di modifica del codice penale, che modifica la definizione di stupro. – Noi donne vogliamo sentirci sicure? Questo è ciò che pensano innanzitutto le donne. Si tratta anche di modificare la definizione di stupro. Il disegno di legge è stato presentato dalla deputata Anita Kucharska-Dzidzik – ricorda Żukowska.

Bijat: Possiamo affrontare molte questioni a livello di governo locale

Dal canto suo, la candidata di sinistra alla presidenza di Varsavia, Magdalena Pijet, ha espresso la convinzione che queste elezioni riguarderanno le donne e che anche il presidente del Sejm Simone Holownia lo capirà sicuramente. Secondo lei “i diritti delle donne non sono una questione ideologica o una paura dei politici conservatori. Sono questioni assolutamente fondamentali di cui possiamo occuparci anche a livello di governo locale”, ha detto.

Egli ha sottolineato che non tutte le decisioni spettano alla “Wiejska”, cioè al Sejm. – A livello di governo locale, possiamo risolvere molti problemi come l'assistenza sanitaria e la buona assistenza negli ospedali, in modo che nessun ospedale abbia una regola di coscienza, in modo che ogni donna che desidera avere un bambino possa avere accesso a una buona assistenza perinatale – ha disse. .

Per saperne di più: Donne a Marshall Holownia: dai un nome alla tua squadra Polonia 1993 e saremo chiari.

“Il governo locale decide se disponiamo di un buon trasporto pubblico”, ha sottolineato Piaget. – Ad esempio, le donne lo usano per portare i figli a scuola. In queste elezioni, la sinistra chiede migliori trasporti pubblici per ogni comune.

READ  40 La migliore Calze da basket del 2022 - Non acquistare una Calze da basket finché non leggi QUESTO!

– Ciò che distingue la sinistra dagli altri gruppi è che tra i nostri attivisti puoi trovare donne e uomini che credono nella stessa cosa. Che crede che tutelare i diritti delle donne significhi garantire una vita migliore a tutte noi, ha affermato.

Biedroń “Consacrare il diritto all'interruzione della gravidanza nella Costituzione”

MEP Robert Biedroń ha annunciato che il suo gruppo si batterà per introdurre una Carta europea dei diritti della donna in modo che le donne in ogni paese dell'Unione europea abbiano gli stessi diritti. – Non esiste una terza via quando si parla di aborto, si è a favore o contro, non esiste una terza via – ha detto.

– Come uno dei leader della sinistra, volevo parlare ai nostri colleghi che sono attualmente al potere nell'opposizione democratica: se continuate a interferire, a confondere e a ingannare su questioni come l'aborto e l'interruzione di gravidanza, , come sinistra, siamo pronti a discutere la questione dell'introduzione della legge sull'interruzione della gravidanza nella costituzione polacca – ha insistito.

Programmi sull'aborto

Lo scorso novembre la sinistra ha presentato due proposte per liberalizzare la regolamentazione dell’aborto. Una di queste criminalizza parzialmente l'aborto e l'assistenza, mentre l'altra consente l'interruzione della gravidanza fino alla fine della 12a settimana del suo termine. Alla fine di gennaio un gruppo di deputati dell'Alleanza Civica ha presentato una proposta alla SAGE. Si ritiene che una donna incinta abbia diritto ai servizi sanitari sotto forma di interruzione della gravidanza durante le prime 12 settimane del ciclo mestruale.

Oltre a questi piani, alla fine di febbraio, Trzecia Droga (PSL e Polska 2050) ha presentato al Sejm un disegno di legge per modificare la sentenza del 2020 del Tribunale costituzionale sulle norme sull’aborto. I politici del DD hanno anche annunciato l'intenzione di indire un referendum sull'aborto.

Leggi anche: Modifiche alla legge sull'aborto Cosa c'è nei piani KO, sinistra e terza via

Fonte fotografica principale: PAP/Rafał Guz

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto