Jagiellonia Białystok ha pareggiato con Pogoń Szczecin nel 30esimo turno dell'Ekstraklasa

La posizione della squadra di Białystok, che sta gareggiando per il suo primo titolo iridato nella storia, era molto buona in vista della partita di venerdì, ma venerdì avrà un compito difficile.

Quest'anno ha già perso due volte contro il Pogoń. All'inizio di aprile, il Porto si è rivelato la squadra migliore nella semifinale della Coppa di Polonia, vincendo in casa dopo i tempi supplementari 2:1. Hanno sconfitto lo Jagiellonia anche nel turno autunnale della Superlega – 2:1 in ottobre.

– In queste partite abbiamo giocato non solo contro undici giocatori di Pogoń, ma anche contro un grande pubblico che li ha sostenuti con forza a Stettino. L'allenatore dello Jagiellonia Adrian Semenets ha confermato che la situazione cambierà venerdì.

montagne russe

Infatti, incoraggiata dal tifo spontaneo, la squadra di Białystok ha fatto tutto il possibile per tornare al Porto fin dall'inizio. Afemiko Pololu ha avuto due occasioni nei primi cinque minuti. Poco dopo anche Christopher Hansen ha avuto una buona occasione. Il gol è sospeso per aria per i padroni di casa, ma al 15' provano a lanciarsi in contropiede.

Wahan Biczachczyan ha inviato un passaggio meraviglioso a Kamil Grosicki, che ha corso con la palla per diverse decine di metri, è corso in area di rigore e ha tirato oltre Zlatan Alomirovich, che stava uscendo dalla porta. Il 93 volte rappresentante polacco non ha festeggiato il gol per rispetto verso la sua ex squadra.

Perdere il gol non ha spezzato la Jagiellonia. In effetti, ha ulteriormente stimolato gli attacchi. Gli effetti arrivano davvero: al 23' Pololu approfitta del passaggio di Nene e il risultato è un pareggio. Gli abitanti di Białystok non si sono fermati qui. Hanno giocato come avevano fatto per gran parte della stagione, mentre la squadra di Stettino si è concentrata principalmente sulla difesa. Sembrava che stesse recuperando le forze in vista della finale di Coppa di Polonia di giovedì (al PGE Narodowy Stadium contro il Wisła Kraków, squadra della Prima Lega). Prima della fine del primo tempo ne ha pagato il prezzo subendo il secondo gol. Bartlomiej e Dueck passano la palla dalla fascia sinistra al quinto metro verso Jesus Emaz, che batte Valentin Cojocaru con un colpo di testa sicuro.

READ  "Mettetelo in prima squadra, non sarà peggio". Il veterano del Lech Poznań ha brillato nelle riserve [WIDEO]

La ripresa è stata positiva per Bortovic. Dall'inizio del secondo tempo si cerca di risarcire le perdite. Grosicki, in particolare, è stato molto attivo e Bekzakhchian ha lanciato un segnale d'allarme agli avversari con un tiro dalla distanza. Tuttavia, Alomirovich ha fatto un intervento importante. Al 58' il portiere di Gaja non può fare nulla ed è costretto a togliere la palla dalla rete. Dopo il cross di Grosek, Leo Borges si fa strada nella confusione dell'area di rigore e pareggia.

I visitatori non hanno voluto fermarsi qui. Al 69', Efthymios Koulouris ha segnato un gol, ma l'arbitro di linea ha subito segnalato a Simon Marciniak che il greco era in fuorigioco. L'arbitro ha annullato lo sciopero e fino alla fine della partita i tifosi hanno assistito ad una gara equilibrata. Le due squadre hanno gareggiato per vincere la partita, ma non sono stati segnati gol.

Dominik Marczuk ha mancato la palla della partita nell'ultimo ottavo minuto di recupero, passando brillantemente tra due avversari, ma il suo tiro da pochi metri ha superato il palo destro da fuori. Avrebbe dovuto essere un obiettivo! La capolista della Premier League, invece di avere un vantaggio di sette punti sull'Olsk Wrocław, secondo in classifica, che non ha ancora giocato in questo turno, ha cinque punti.

La partita di venerdì è stata l'ultima partita della stagione del Jagiellonia contro un grande rivale. Il Podlasie dovrà ancora affrontare Stal Mielec, Korona Kielce, Piast Gliwice e Warta Poznań. Pogoń è quarto in classifica.

Jagiellonia Białystok: Zlatan Alomirovich – Michal Sack, Mateusz Skrzepczak, Adrian Diguez, Bartlomiej Fedwik – Dominik Marczuk, Nene (84. Jaroslav Kubicki), Taras Romanchuk, Christopher Hansen (78. Jose Naranjo) – Jesús Imaz, Afemiko Pololo (84. Can ). caliscanner).

Pojon Stettino: Valentin Cojocaru – Linus Wallqvist, Leo Borges, Marius Malk, Leonardo Kotris (74. Benedikt Zec) – Joao Gamboa, Vahan Beczachjan, Kasper Smolenski (70. Adrian Przyborek), Fredrik Ulvestad, Kamil Grosicki (90+2. Marcel ) ). ) Wędrychowski) – Efthymis Koulouris.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto