Invasione russa dell’Ucraina. Una donna che lavorava per un’azienda americana è stata uccisa a Irbin

La SE Ranking, con sede in California, ha confermato mercoledì che la foto pubblicata dai media globali è del suo capo contabile, Tatiana Peribenis. Una donna di 43 anni che lavorava a distanza dall’Ucraina è stata uccisa quando ha cercato di fuggire da Irbin con la figlia di 9 anni, Alize, e suo figlio di 18 anni, Nikita. È una città situata a circa 15 minuti di auto da Kiev. Un mortaio esplose vicino alla famiglia Perepenes, con la quale l’amica di Tatiana era amica.

“Per me, come sua amica, vedere queste foto è una tragedia”, ha detto la portavoce dell’azienda Ksenia Khirvonina ai giornalisti su The Chronicle, in California. – Dimostrano che è vero. D’altra parte, hanno dimostrato che l’esercito russo e lo stesso Putin sono mostri le cui azioni non meritano pietà.

Zelensky parla di genocidio

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dedicato il suo discorso video di mercoledì agli attacchi russi contro i civili.

Zelensky nel suo discorso ha elencato gli eventi accaduti in Ucraina nelle ultime ore. È stato riferito che bombe sono cadute su strutture civili e persino ospedali. Il presidente ucraino dedica molto tempo anche alla situazione delle persone detenute nella Mariupol assediata.

– Insieme, dobbiamo ridare coraggio ad alcuni leader occidentali. Zysinski ha detto che avrebbero finalmente fatto ciò che avrebbero dovuto fare il primo giorno dell’invasione. O chiudi lo spazio aereo ucraino ai missili e alle bombe russi, o ci dai caccia in modo che possiamo gestire tutto da soli. Una pausa senza una decisione è diventata fatale.

READ  Le sanzioni europee prendono di mira la cerchia ristretta di Putin

Grazie per essere con noi. Iscriviti alla newsletter di Onet per ricevere i nostri contenuti di maggior valore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.