Il taglio cesareo è “peggiore”? Modifica la risposta del corpo alle vaccinazioni

Uno studio condotto da scienziati dell’Università di Cambridge e dell’Università di Fudan, che ha coinvolto 1.505 coppie cinesi di madri e bambini, ha dimostrato che il tipo di parto, cioè il taglio vaginale o cesareo, è importante per la successiva risposta immunitaria dell’organismo ai farmaci salvavita. O almeno la vaccinazione contro il morbillo, perché come hanno scoperto gli scienziati, I bambini nati con taglio cesareo hanno maggiori probabilità di altri di aver bisogno di una seconda iniezione Senza questa dose di richiamo, è più probabile che il vaccino fallisca.

In genere, circa il 5% dei bambini che ricevono la prima dose di vaccino contro il morbillo al di sotto di 1 anno di età non sviluppa reazioni anticorpali. Ma tra il 2013 e il 2018, nel caso dei bambini nati con taglio cesareo in Cina Il rischio di fallimento del vaccino contro il morbillo era 2,56 volte maggiore rispetto a quello dei bambini nati per via vaginale. Sebbene la dose di richiamo abbia risolto questo problema suscitando una “forte risposta immunitaria”, i ricercatori sottolineano che questo tipo di ricerca ha un valore inestimabile nello sviluppo di politiche vaccinali efficaci.

Soprattutto perché milioni di bambini in tutto il mondo non hanno ricevuto una dose di richiamo per il morbillo nel 2021 – e questo numero record significa che l’immunità di gregge in molti paesi ha raggiunto un pericoloso punto critico. Poiché il morbillo è una malattia virale che colpisce il sistema respiratorio, È una delle malattie infettive più conosciute e richiede un tasso di vaccinazione almeno del 95% per raggiungere l’immunità di gregge nella popolazione.

READ  Il rover Curiosity scopre una strana roccia su Marte che assomiglia a Venere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto