Il mercato NFT interrompe la maggior parte delle transazioni a causa della diffusione di token falsi e rubati

la società che ha aiutato Jack Dorsey l’anno scorso all’asta della NFT per il suo primo tweet , sospende la maggior parte delle transazioni per affrontare le vendite “dilaganti” di token falsi e rubati. In un’intervista pubblicata venerdì, Cameron Hegazy, CEO e co-fondatore dell’azienda, ha affermato Cent ha smesso di consentire agli utenti di acquistare e vendere la maggior parte degli NFT il 6 febbraio. continuare a correre Marketplace, il luogo in cui le persone possono acquistare token non fungibili dai tweet, ma questo è tutto.

“C’è uno spettro di attività che accadono che fondamentalmente non dovrebbero accadere – come, legalmente parlando”, ha detto Hegazy. Reuters. Ha detto che Cent ha cercato di bandire i cattivi attori, ma ha paragonato quello sforzo a un gioco di colpi di talpa. “Ogni volta che ne blocchiamo uno, ne appare un altro, o altri tre partecipano”, ha detto Hijazi.

Il mese scorso, OpenSea, uno dei più grandi mercati NFT online, ha detto più di I token generati di recente attraverso la zecca gratuita hanno incluso plagio, combinazioni false e spam. L’accettazione è arrivata dopo che la società ha tentato di limitare il numero di utenti NFT che possono coniare contanti gratuitamente. Dopo aver annullato la decisione, la società ha affermato che stava lavorando a diverse soluzioni per scoraggiare i cattivi attori. Prima dell’annuncio di gennaio, artisti e fotografi lo avevano già fatto Per mesi l’azienda non ha fatto abbastanza per affrontare il problema del plagio.

“Penso che questo sia un problema abbastanza basilare con Web3”, ha detto Hegazy. Reuters. Ha affermato che Cent potrebbe introdurre controlli centralizzati nel prossimo futuro per facilitare la riapertura dei suoi mercati. L’azienda può quindi esplorare ulteriori soluzioni decentralizzate al problema.

READ  Rosga - Ucraina. Goldman Sachs zamyka działalność con Rosji

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati con cura dalla nostra redazione, indipendentemente dalla casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.