Il Barcellona perde un candidato di alto profilo. Un famoso allenatore dice “no”

Il Barcellona è alla ricerca del successore di Xavi. Non si tratterà certamente di Luis Enrique, tutto concentrato sul lavoro al Paris Saint-Germain, come riporta L'Equipe.

Il Barcellona sta affrontando una stagione difficile, piena di alti e bassi. Xavi non ha potuto sopportare la crescente pressione dei tifosi scontenti e ha annunciato la sua partenza dopo la dolorosa sconfitta contro il Villarreal.

Il mandato del 44enne dovrebbe durare fino alla fine di questa stagione. Fino ad allora, gli attivisti del club catalano cercheranno di trovare un successore adatto.

Ci sono diversi nomi forti nella lista dei potenziali candidati. In questo contesto sono già stati citati Thomas Tuchel, Julian Nagelsmann, Hansi Flick, Roberto De Zerbe e, più recentemente, Luis Enrique.

L'idea di ingaggiare l'Astori è venuta al direttore sportivo di Deco. Cadena Ser ha confermato di essere il candidato dei sogni del portoghese.

Il rientro però non avverrà, secondo quanto riportato dal quotidiano “L'Equipe”.

Enrique ha il pieno sostegno delle autorità del Paris Saint-Germain, quindi al momento non ci sono indicazioni che il contratto concluso entro il 30 giugno 2025 non sarà rispettato. Entrambe le parti sono concentrate sulla creazione di un nuovo progetto.

Lo spagnolo deve affrontare grandi sfide. La prossima stagione sarà particolarmente cruciale, poiché vedrà la partenza della loro più grande stella: Kylian Mbappé.

Nella capitale francese Enrique prova un conforto che di certo non sperimenterà al Barcellona, ​​che soffre di crisi economica. Nemmeno i sentimenti potranno cambiare la situazione.

Il 53enne ha trascorso momenti di successo alla guida di “Pride of Catalogna”. Durante i suoi tre anni di mandato, ha vinto nove titoli, inclusa la Champions League.

READ  Quanto può LeBron James influenzare le azioni del figlio Bronney nella NBA? E forse più di quanto pensassi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto