Hanno annunciato nuove tasse. Il Parlamento ha preso fuoco

La polizia ha aperto il fuoco sui manifestanti che hanno preso d’assalto il Parlamento nella capitale del Kenya, Nairobi. 10 persone sono state uccise e almeno 50 ferite. Nell’edificio è scoppiato un incendio – secondo la Reuters. Nella capitale sono scoppiate proteste dopo l’adozione della nuova legge fiscale. Manifestazioni si stanno svolgendo anche in altre città.

I manifestanti hanno preso d’assalto il complesso del Parlamento. Quando i gas lacrimogeni e gli idranti non sono riusciti a disperdere la folla, la polizia ha aperto il fuoco. Secondo la Reuters, citando i servizi medici, attualmente sono stati identificati 10 decessi. La stessa fonte ha riferito che almeno 50 persone sono rimaste ferite.

Parte del palazzo del parlamento di Nairobi ha preso fuoco. Secondo testimoni oculari, davanti e all’interno del palazzo del Parlamento si stanno verificando scontri tra manifestanti e polizia.

Come ha riferito la BBC intorno alle 14:00, ora polacca, centinaia di parlamentari non erano ancora riusciti a lasciare il Parlamento poiché la polizia continuava a scontrarsi con i manifestanti che erano entrati nell’edificio.

Proteste e scontri hanno avuto luogo anche in diverse altre città e paesi del Paese. La polizia ha sparato gas lacrimogeni anche a Eldoret, nel Kenya occidentale, città natale del presidente William Ruto. Scontri si sono verificati anche nella città costiera di Mombasa, e i manifestanti sono scesi in piazza a Kisumu e Garissa, nel Kenya orientale, dove la polizia ha chiuso la strada principale che porta al porto somalo.

Proteste a NairobiReuters

Proteste in Kenia

I keniani si trovano ad affrontare diversi shock economici derivanti dagli effetti persistenti della pandemia di Covid-19, della guerra in Ucraina e di due anni consecutivi di siccità e svalutazione monetaria.

READ  Un’altra guerra è in bilico. "Potrebbe succedere in qualsiasi momento"

Stanno protestando contro un nuovo disegno di legge finanziaria che mira a raccogliere ulteriori 2,7 miliardi di dollari in tasse per ridurre il debito dello Stato. Il controverso progetto di legge comprende disposizioni che si ritiene impongano oneri aggiuntivi ai cittadini e alle imprese. La decisione del Parlamento ha scatenato una grande protesta popolare, soprattutto tra i giovani. Molti chiedono anche le dimissioni del presidente William Ruto.

Come riporta la BBC, il governo si è ritirato da alcune proposte controverse, ma non è riuscito a calmare l’opposizione popolare. Molti manifestanti chiedono ora l’abrogazione dell’intero disegno di legge.

– Vogliamo chiudere il Parlamento. Uno dei manifestanti che hanno cercato di entrare in Parlamento ha detto alla Reuters che ogni membro del Parlamento dovrebbe dimettersi e dimettersi. Ha aggiunto: Avremo un nuovo governo.

Fonte immagine principale: Daniel Irongu/EPA/PAP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto