Guerra in Ucraina, Korosin. Combattimenti al confine, assedio di camion russi e bielorussi

Una protesta oltre il confine di Koroszczyn (provincia di Lublino). I manifestanti cercano di fermare i camion che lasciano la Polonia con numeri di targa russi e bielorussi.

Il passaggio di camion – riportato sabato pomeriggio da un giornalista di TVN24 Mateusz Grzymkowski – sta bloccando circa 20 persone, ma il numero è ancora in aumento. La maggior parte dei radunati teneva bandiere ucraine.

rapporto tvn24.pl: L’attacco della Russia all’Ucraina

– Un momento fa, abbiamo visto una foto dell’autista che parlava con gli ucraini e chiedeva loro perché non è stato rilasciato. Rendendosi conto di ciò che stava accadendo in Ucraina in quel momento, non ci credette e disse: “Che guerra, non guerra” – ha riferito Grzymkowski su TVN24. Gli altri conducenti che hanno parlato con il giornalista hanno detto: “Anche se la guerra continua, hanno le loro preferenze e vogliono continuare”.

Secondo Grzymkowski, i manifestanti hanno annunciato che sarebbero rimasti sul posto “fino a quando non sarà necessario”.

Lotta all’incrocio di KoroszczynTVN24

GDDKiA: Strada bloccata fino a nuovo avviso

Sabato pomeriggio, Direzione Generale delle Strade e Autostrade Nazionali, Strada Statale n. 68 – tra Wólka Dobryńska e il villaggio di Kukuryki – segnalato per essere bloccato fino a nuovo avviso. Le difficoltà sono causate dalla lotta contro la spedizione di merci in Russia e Bielorussia. Barbara Chalczynska-Birchla del quartier generale della polizia municipale di Piala Podlaska ha detto al PAP che le autorità erano sul posto e stavano monitorando la sicurezza dei manifestanti e degli astanti, ovvero i conducenti di camion. Natalia Bunchenko, una delle partecipanti alla lotta per il confine polacco-bielorusso, ha affermato che si è trattato di un’operazione spontanea, che ha coinvolto principalmente ucraini e polacchi di tutto il paese.

READ  40 La migliore cancelli scorrevoli del 2022 - Non acquistare una cancelli scorrevoli finché non leggi QUESTO!

Guarda il rapporto “Black on the White” su TVN24 GO: In A2 segue camion russi e bielorussi. “Nutrisce gli invasori”

– Ci opponiamo al commercio dell’UE con la Russia e la Bielorussia. Del resto le sanzioni sono state introdotte, però, nonostante gli annunci e la pubblicità della vicenda, la realtà è diversa e alla frontiera aspettano i camion – principalmente nei registri bielorussi e russi, che verranno poi scaricati in Russia – ha sottolineato il manifestante fuori, la linea di camion che attraversa il confine è ora di circa 10 km (sabato pomeriggio). Ha aggiunto che le persone si erano radunate vicino al corridoio da sabato mattina. Non ha potuto rispondere quando le è stato chiesto per quanto tempo sarebbe durato il combattimento. – C’è un enorme ciclo di persone. C’è sempre qualcuno che va e viene. Difficile prevedere quanti siano. È un atto arbitrario, non un atto organizzato. Potrebbero essere necessarie ancora diverse ore o giorni. Non lo so davvero – disse Panchenko.

Per saperne di più: I trasporti in Polonia stanno diventando sempre più problematici. “Un terzo degli ucraini se ne va”

Protesta davanti alla Casa del Primo Ministro

Una protesta simile si è svolta sabato a Varsavia. I manifestanti si sono radunati davanti alla Casa del Primo Ministro Chiusura delle frontiere per camion russi e bielorussi.

– Anche il commercio europeo con la Russia non è diminuito. Com’era prima della guerra è sempre lo stesso. Le merci vanno dalla Russia all’Europa, cioè l’Europa commercia e compra. Tutto in Russia, viene trasportato in camion e treni – ha detto Mirosław Zahorski, l’organizzatore della protesta.

READ  40 La migliore longboard del 2022 - Non acquistare una longboard finché non leggi QUESTO!

Guarda la TV in diretta su TVN24 GO

Fonte foto chiave: TVN24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.