- Advertisement -spot_img
HomesportGuerra di Russia e Ucraina. Artiom Dziuba ha risposto alle critiche...

Guerra di Russia e Ucraina. Artiom Dziuba ha risposto alle critiche dei calciatori ucraini

- Advertisement -spot_img

  • Artyom Dzyuba è un attaccante dello Zenit San Pietroburgo ed è uno degli atleti più famosi del suo paese
  • I giocatori russi sono stati criticati dagli ucraini che giocano per club inglesi. Ho una domanda per i calciatori russi: perché ti siedi come un inferno e non dici nulla? Chiedi ad Andrey Yarmolenko
  • “Non volevo farlo, non perché avessi paura, ma perché non sono un esperto di politica, non l’ho mai fatto”. Dziuba spiega la sua passività nel commentare l’attualità
  • Il calciatore chiede la fine delle critiche agli atleti e ai cittadini russi
  • L’attacco della Russia all’Ucraina. Le informazioni più recenti possono essere trovate nel rapporto in tempo reale

In precedenza, Dzyuba e altri giocatori russi sono stati criticati da Vitaly Mikolenko e Andrey Yarmolenko che giocano per club inglesi. Quando voi giocatori e calciatori rimanete in silenzio, i civili in Ucraina vengono uccisi. Tu e i tuoi figli sarete rinchiusi in un buco per il resto della vostra vita. E sono così felice. Non lo dimenticheremo mai ” Mikolenko ha scritto su Instagram.

Yarmolenko ha pubblicato un video chiedendo perché i giocatori di football particolarmente critici nei confronti del presidente non osano parlare. Sono nato a San Pietroburgo ma sono cresciuto in Ucraina. Ho una domanda per i calciatori russi: perché ti siedi come un inferno e non dici nulla? Le persone nel nostro paese stanno uccidendo persone, le nostre donne, le nostre madri ei nostri bambini, e tu taci. Dimmi cosa ti succederà se mostrerai ai tuoi compatrioti cosa sta succedendo in Ucraina? Conosco molti di voi personalmente. Mi avete detto tutti che non dovrebbe essere così, e il vostro capo sta commettendo un errore. Ti chiedo ha detto l’ucraino.

READ  Lo schema del Super Bowl di Shawn McVeigh fallisce. Gli arieti hanno vinto una volta che si sono adattati.
READ  I Mets assumono Elizabeth Bain per un trasloco storico al front office

Il resto dell’articolo è disponibile sotto il video:

In risposta alle accuse, Dzyuba ha iniziato spiegando perché non aveva ancora parlato dell’invasione russa dell’Ucraina. La sua traduzione è strana. “Non volevo farlo, non perché avessi paura, ma perché non sono un esperto di politica, non l’ho mai affrontato, né ho intenzione di farlo (a differenza di molti politologi e virologi che sono apparsi su Internet ultimamente). Come ogni uomo, ho la mia opinione. Poiché questo argomento mi ha attratto sotto ogni aspetto, ne parlerò. ” Ha iniziato uno dei leader dei quadri russi.

L’attaccante dice di condannare qualsiasi guerra, ma evita i dettagli nella sua voce. Dziuba scrive anche della crescente aggressività che vede su Internet. Sono contro tutte le guerre. La guerra è terrificante. Ma mi oppongo anche all’aggressione e all’odio umani, le cui dimensioni aumentano di giorno in giorno”. Leggiamo nel post.

Artyom Dzyuba: Non capisco perché gli atleti debbano lottare adesso

“Sono contro le discriminazioni sulla base della nazionalità. Non mi vergogno di essere russo. Sono orgoglioso di essere russo. Non capisco perché gli atleti ora soffrano”. Zenit ha scritto in avanti. Ricordiamoci che quando Dzyuba ha pronunciato queste parole, c’è stata un’invasione militare su larga scala della Russia in Ucraina per diversi giorni.

Secondo l’atleta 33enne, gli atleti russi sono attualmente trattati in modo ineguale. “Sono contrario all’applicazione di doppi standard. Perché alcune persone possono fare altro che attaccarci i cani. Perché tutti gridano sempre che lo sport dovrebbe essere fuori dalla politica, ma la prima volta che si parla di Russia è completamente dimenticato. Fondamentalmente?” chiede Dziop, le cui parole non sono solo ridicole, ma anche scandalose.

READ  Robert Lewandowski conclude la sua collaborazione con Huawei. C'è una reazione da parte dell'azienda
READ  L'Oakland Hills Country Club ha preso fuoco, facendo a pezzi il club

“Le persone mostrano la loro natura in situazioni stressanti.”

Il calciatore ha fatto riferimento anche agli insulti che riceve sui social. Di recente, il giocatore ha disattivato la possibilità di commentare le sue foto di Instagram. “Ancora una volta: la guerra è terrificante. In situazioni di stress, le persone mostrano la loro natura, a volte in modo negativo. Quanta rabbia, sporcizia e bile si riversano ora su tutti i russi, indipendentemente dalla loro posizione o professione. Sono migliaia di persone che scrivere insulti e minacce. Stare in fila! È strano sentire tutto questo da persone a cui la Russia ha dato così tanto nella vita. Tutto questo crea sentimenti più negativi”. Il giocatore dello Zenit scrive a San Pietroburgo.

Nella sua dichiarazione, Dzyuba si è rivolto direttamente anche ai suddetti giocatori dall’Ucraina. “E ad alcuni dei miei compagni che siedono sulle natiche nelle ville inglesi e dicono cose cattive: non possiamo essere offesi, lo capiamo tutti! Pace e bontà a tutti!” Russo finito.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Stay Connected
16,985FansLike
2,458FollowersFollow
61,453SubscribersSubscribe
Must Read
- Advertisement -spot_img
Related News
- Advertisement -spot_img

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here