Gli scienziati hanno raggiunto un nuovo record per il “sole artificiale”. Sette volte più caldo del sole

I link pubblicitari del nostro partner sono inclusi nel testo.

Non molto tempo fa abbiamo raccontato della straordinaria impresa della fusione nucleare nel jet tokamak, alla quale hanno preso parte anche i polacchi. Ma molto sta accadendo anche in Asia, soprattutto in Corea del Sud, che si è posta l’ambizioso obiettivo di avviare una centrale elettrica “a sole artificiale” entro il 2050. E, come dimostra l’ultimo risultato, è sulla buona strada per raggiungerlo. Il team KSTAR ha appena stabilito un nuovo record di temperatura di fusione.


Foto: Istituto coreano per l'energia da fusione

Reattore a fusione coreano KSTAR

7 volte più caldo del sole

Nei test i ricercatori coreani hanno raggiunto temperature superiori a 100 milioni di gradi Celsius. Questa è sette volte superiore alla temperatura nel nucleo di una stella nel nostro sistema solare: la temperatura è di circa 15 milioni di gradi Celsius. Ma dal punto di vista degli scienziati, ciò che è ancora più importante è che queste condizioni siano mantenute per tutti i 48 secondi. Inoltre, il reattore ha mantenuto uno stato plasmatico stabile in modalità H per più di 100 s, il che è importante nel contesto del successivo utilizzo nei reattori commerciali.

Suk Jae-yoo, capo del Korea Fusion Energy Institute, ha annunciato che la ricerca dà il via libera allo sviluppo delle tecnologie di base necessarie per costruire “reattori sperimentali” che saranno i futuri impianti sperimentali.

Cos'è la fusione nucleare?

La fusione è simile al processo che genera luce e calore dalle stelle. Si tratta di combinare isotopi di idrogeno, deuterio e trizio, convertirli in elio più pesante e rilasciare un’enorme energia che gli esperti del settore sperano di utilizzare per generare elettricità illimitata con zero emissioni di sottoprodotti nocivi.

Fusione nucleare

Immagine: Shutterstock/Oswit Natura

Fusione nucleare

Tuttavia, la fusione nucleare richiede enormi quantità di energia per spingere le particelle che normalmente si respingono. Da qui la necessità di mantenere una temperatura tremenda.

Ti interessa la scienza? Scopri l'offerta speciale dei telescopi più famosi nel nostro negozio partner:

READ  “La scienza è una magia che funziona davvero.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto