È andato a Leopoli. “Non direi che qui c’è una guerra.”

Patrick Soracki gestisce un popolare account TikTok, con oltre 160.000 follower. Descrive i suoi viaggi sui social. Era già dentro Kenya, Egitto, Sud Africa, Oman, India e Capo Verde. Sceglie spesso le città più pericolose.

Questa volta si è recato in Ucraina, precisamente nella città di Lviv, situata vicino al confine con la Polonia. Nonostante la guerra arrivò lì con il treno da Przemyśl.

Soraki ha mostrato le foto di un giro della città. Ha incontrato anche Irina, che viveva in Polonia da diversi anniMa a causa del dolore, tornò in patria subito dopo lo scoppio della guerra.

Il resto dell’articolo è sotto il video

Leopoli all’inizio della guerra e adesso. Quali sono le differenze?

Lo ha riferito Soraki Due giorni dopo il suo arrivo a Lviv, ha assistito a un’allerta antimissile. Come ha detto, è successo alle 3:30. Aveva paura e non riusciva a dormire, ma è rimasto a letto.

Il suo interlocutore lo ha confermato Subito dopo lo scoppio della guerra, Lviv era vuota. Questo è cambiato ora. Ha detto che ci sono ancora punti in cui i servizi controllano gli arrivi. Aggiungeva anche che all’inizio della guerra in città si vedevano spesso aerei e missili russi.

Anche Soraki ha sollevato questo argomento nella conversazione A proposito di uomini in età militare che possono essere visti per le strade di Leopoli. La donna ucraina ha detto: – Le mie osservazioni mostrano che le persone vengono reclutate nell’esercito indipendentemente dal loro luogo di residenza, età o istruzione.

READ  I russi chiamano la hotline. "I nostri figli sono come carne da cannone."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto