Diplomatici arabi indignati dai cartelloni pubblicitari con una donna che indossa il burqa contro il patriarcato

Gli ambasciatori dei paesi della Lega Araba in Italia hanno protestato contro i cartelloni affissi nelle strade di Roma. Mostrano la foto di una donna con il volto coperto da un velo nero e una scritta in arabo e italiano: “Hai gli stessi diritti di tuo marito in Europa”.

Un centinaio di targhe che ricordano la Giornata internazionale della donna sono state affisse in vari luoghi della Città Eterna su iniziativa di Susanna Secardi, membro del Parlamento europeo della Lega di destra co-governante in Italia. Il suo nome è sui cartelloni pubblicitari. L'eurodeputato si candiderà per la rielezione alle elezioni di giugno.

I suoi manifesti si riferiscono agli immigrati provenienti da paesi islamici e prendono di mira il patriarcato, cosa sottolineata nei commenti dei media.

Ceccardi ha dichiarato al quotidiano di destra Libero: “Ho deciso di mandare un messaggio alle donne che sono costrette a obbedire agli ordini del marito, come quelle che vivono nelle capitali islamiche, che vivono nelle nostre città senza possibilità di lavorare e, nel peggiore dei casi casi, imprigionati in casa.

“Questo è un messaggio d'amore per le donne”, ha spiegato l'eurodeputata.

Il quotidiano “La Stampa” ha riferito sul suo sito che la mossa ha suscitato “indignazione” tra i diplomatici arabi. I diplomatici lo consideravano un “attacco alla convivenza” di tradizioni diverse.

Silvia Vysocca di Roma

Iscriviti alla newsletter con i testi più interessanti e migliori del sito

Zona premium

READ  Conflitto Russia-Ucraina. I separatisti hanno cercato l'aiuto di Putin per cacciare l'esercito ucraino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto