Conferenza “Costruire ponti per le generazioni future” a Dresda con la partecipazione della Vice Ministra Maria Mrovczynska – Ministero della Scienza e dell’Istruzione Superiore

Il sottosegretario del Ministero della scienza e dell’istruzione superiore, Maria Mrovczynska, ha partecipato alla conferenza scientifica “Building Bridges for a Net Zero Future”.

“Costruire ponti per le generazioni future”.

Il convegno “Costruire ponti per le generazioni future” è un ottimo spazio per lo scambio di idee e osservazioni sul sostegno e sulla garanzia di condizioni e fonti di finanziamento per lo sviluppo efficace della ricerca scientifica. Nel corso dell’edizione di quest’anno della manifestazione, è stata richiamata l’attenzione anche sulla necessità di diffondere la scienza e sostenere l’attività dei giovani scienziati. Si è parlato anche di salute, energia e protezione del clima.

Costruire un futuro migliore

La vice ministra Maria Mrovczynska ha sottolineato l’importanza di questo tipo di eventi nel contesto della formazione di nuove tendenze nella ricerca scientifica, nonché dell’integrazione e dello scambio di esperienze comuni. – È il collegamento tra il presente e il futuro. Dal punto di vista della Polonia, è importante costruire questi ponti in modo equilibrato e sostenibile. È anche importante utilizzare i risultati della ricerca scientifica per costruire un futuro migliore.

Il Sottosegretario di Stato al Ministero della Scienza e dell’Istruzione Superiore ha richiamato l’attenzione anche sugli aspetti sociali del sostegno a soluzioni innovative. La divulgazione delle attività di ricerca è cruciale per lo sviluppo delle generazioni successive. Uno dei compiti più importanti del Ministero della Scienza e dell’Istruzione Superiore è l’attuazione della politica scientifica dello Stato. Se parliamo di futuro delle generazioni, una delle priorità del nostro Ministero è attirare l’attenzione sul tema del cambiamento climatico. Nell’ambito di questa priorità vogliamo fornire maggiore sostegno, tra le altre cose, ai trasporti a basse emissioni.

READ  Impara a donare te stesso

La scienza è un bene pubblico

È anche importante sostenere la cooperazione scientifica internazionale, che non solo contribuisce al progresso della scienza, ma costruisce anche ponti tra le nazioni. I progetti di ricerca congiunti e gli scambi di studenti e scienziati, nonché il libero accesso ai risultati della ricerca, possono contribuire a trovare soluzioni adeguate a problemi globali, come il cambiamento climatico o la sicurezza energetica. – La conoscenza è un bene pubblico. Dovrebbe essere aperto e accessibile a tutti. Come Paese dobbiamo garantire l’integrità della conduzione della ricerca scientifica, sia in termini di soft security, ma anche di sicurezza delle infrastrutture di ricerca, soprattutto nel contesto della situazione geopolitica, afferma la ministra Maria Mrovczynska.

Lo sviluppo delle infrastrutture accademiche è un investimento nel futuro del nostro Paese

Gli studenti lottano anche con le sfide del mondo moderno. Fornire ai giovani condizioni adeguate di apprendimento e di vita contribuirà a migliorare la qualità dell’istruzione e ad aumentare l’attrattiva delle università polacche sulla scena internazionale. Ciò, a sua volta, incoraggerà le generazioni più giovani a studiare e svilupparsi in Polonia, il che, a lungo termine, si tradurrà nello sviluppo dell’economia e della società, rendendo il nostro Paese più innovativo.

La vice ministra Maria Mrovczynska ha sottolineato il continuo sostegno del Ministero della scienza alla comunità accademica per uno sviluppo più completo del potenziale scientifico. – Gli studenti devono avere condizioni adeguate per l’apprendimento e lo studio. Faremo in modo che la situazione dei giovani diventi più stabile, sia in termini di istruzione che di alloggio. I nostri piani sono ben definiti. Il ministro Dariusz Wieczorek sottolinea ripetutamente che il nostro obiettivo principale è sostenere la costruzione e la modernizzazione degli alloggi per studenti. Stiamo anche lavorando per ottenere maggiori finanziamenti. Solo nel 2024 il Ministero della Scienza stanzierà a questo scopo 150 milioni di PLN.

READ  Resistenza ai vermi di Chernobyl | La scienza in Polonia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto