Caldo austriaco e duro lavoro a Kosen

Dopo la partita contro l’FC Botosani, i giocatori del Legia hanno vissuto un venerdì più leggero, dedicato principalmente al rinnovo. I giocatori hanno preso lezioni di nuoto e hanno passeggiato vicino al lago Walschsee. Solo quattro giovani giocatori hanno ricevuto allenamenti individuali sul campo. Sabato è tornato a lavorare sodo.

Tutti sono arrivati ​​allo stadio di Kosen alle 11.00. Il caldo torrido accolse i legionari e faceva un caldo terribile. – Anche noi dobbiamo giocare in queste condizioni, dobbiamo essere pronti a tutto – ha gridato l’allenatore Grzegorz Mokri. Nel pomeriggio la temperatura superava i 35 gradi, e ogni 20 minuti veniva fatta una breve pausa per idratarsi.

I portieri hanno lavorato intensamente fin dall’inizio, passando da un palo all’altro. allenatore Arcadio il pittore Non ha avuto pietà per Come Tobiasz è cresciuto IO Domenico HaddonGira l’allenatore Krzysztof Dohan Migliorare le competenze tecniche Gabriel Kubelak.

Il resto ha lavorato su schemi di gioco e tattiche. allenatore Gonçalo Vio Ha prestato attenzione alla compattezza, al gioco veloce e al pressing. Dopo mezz’ora tutti si sono spostati sul campo grande, dove sono stati praticati i movimenti delle ali. L’allenatore del Legia è stato talvolta elogiato, talvolta criticato. – Jędda è il migliore, il miglior portiere che abbia mai visto in vita mia – ha detto Feio. E ha aggiunto: “Ben fatto, August. Ecco come dovresti comportarti quando sei sotto pressione da parte del tuo avversario”.

Tutti gli assistenti hanno fornito feedback ai giocatori su base continuativa: Inaki Astiz, Grzegorz Mokri, José Asan Clemente, Emanuele Ribeiro se Daniel Woytasz. Quest’ultimo ha spiegato come dovrebbero agire Ryoya Morishita IO Premio Baku In fase difensiva, quando devono difendere l’accesso alla porta.

READ  Il ritorno di Świątek in Polonia è stato ritardato. Il personale è tornato senza di lei. Conosciamo i piani del tennista

Non c’era niente in campo questa volta Marco Porsha, Patrick Kuhn, Radovan Bankova, Jakub Żewłakow IO Jürgen Silhaka. Tutti avevano un piano di preparazione individuale, sono rimasti in palestra e hanno lavorato con i fisioterapisti.

Non è previsto il secondo allenamento di sabato, i primi allenamenti sono previsti domenica, poi la 18esima partita contro l’FC Paphos, che si disputerà a Savelden.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto