Bolivia. Soldati e veicoli blindati si sono radunati davanti alla sede del governo. Accuse di colpo di stato

Soldati armati si sono radunati a La Paz, dove si trovano gli uffici del governo e del presidente della Bolivia. Il generale Juan José Zúñiga ha annunciato il rovesciamento del governo. – Non possiamo permettere un tentativo di colpo di stato – ha detto il presidente. Anche l’ex presidente è intervenuto e ha annunciato la mobilitazione nazionale dei suoi sostenitori per proteggere la democrazia.

Mercoledì le forze armate boliviane hanno occupato la piazza centrale di La Paz, dove si trovano la sede del governo e del presidente della Bolivia. Un veicolo blindato è entrato nel palazzo presidenziale e sono entrati anche i soldati, facendo temere un colpo di stato militare. I video condivisi sui social mostrano la presenza di soldati e mezzi blindati anche in Plaza Murillo.

Soldati e veicoli blindati davanti alla sede del governo bolivianoAssociated Press Photo/Juan Carreta/East News

– I tre leader delle forze armate sono venuti ad esprimere la nostra preoccupazione. “Ci sarà un nuovo governo, tutto cambierà sicuramente, ma il nostro Paese non può più continuare così”, ha detto il generale Juan Jose Zuniga a una stazione televisiva locale.

In una conversazione con i giornalisti, Zuniga si è rivolto alle autorità boliviane. – Smettetela di distruggere, smettetela di impoverire il nostro Paese, smettetela di umiliare il nostro esercito – ha detto in alta uniforme militare, circondato da soldati, sottolineando che le misure adottate godono del sostegno popolare.

Vedi anche: Il presidente della Bolivia invia l’esercito alle stazioni di servizio

Il presidente invita alla mobilitazione contro il golpe

Il presidente boliviano Luis Arce ha affermato che c’è stato uno spiegamento “irregolare” di truppe nella capitale e ha condannato tale azione. – Non possiamo permettere un tentativo di colpo di stato – ha detto il presidente. L’Ars ha chiesto all’esercito di ritirare i suoi soldati e i suoi veicoli blindati da piazza Murillo.

READ  Un drone militare si è schiantato in Croazia. Probabilmente è volato dall'Ucraina

“Abbiamo bisogno che il popolo boliviano si organizzi e si mobiliti contro il colpo di stato”, ha detto Arce in un videomessaggio alla nazione.

L’ex presidente boliviano Evo Morales ha accusato il generale di pianificare un colpo di stato e ha annunciato una mobilitazione nazionale dei suoi sostenitori a sostegno della democrazia. Ha detto: Non permetteremo alle forze armate di violare la democrazia e terrorizzare le persone.

Fonte immagine principale: Associated Press Photo/Juan Carreta/East News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto