Australia. Kakarratul, la talpa settentrionale nelle immagini

La talpa settentrionale, conosciuta anche come kakaratul, si trova in Australia, nel deserto abitato dal popolo Martu. Questo è uno dei mammiferi più misteriosi conosciuti dalla scienza e viene osservato raramente: non sappiamo nemmeno quanti individui vivano nella natura selvaggia australiana.

Come riportato dai Kanyirninpa Jukurrpa Martu Rangers sui social media, la sfuggente talpa settentrionale è stata osservata nei territori indigeni Martu nel Grande Deserto Sabbioso (Notoryctes caurinus). Questo animale, comunemente chiamato kakaratul, nasconde ancora molti segreti.

Due in sei mesi

I rappresentanti dell'organizzazione hanno affermato che questa è la seconda osservazione di un individuo di questa specie in soli sei mesi. Questo è raro, con una media di cinque-dieci avvistamenti segnalati in Australia ogni decennio.

Come spiegano, il kakaratul è una magnifica creatura che “nuota” con grazia nelle sabbie dei deserti dell’Australia occidentale. A differenza della maggior parte dei mammiferi scavatori, che lasciano dei tunnel dietro di sé, la talpa spinge il suo corpo attraverso la sabbia e il tunnel crolla dietro di lui. Sebbene i kaccaratula siano ciechi, si muovono abilmente sottoterra, usando il loro naso duro e la fronte potente come un ariete da scavo.

Come ha spiegato il naturalista del deserto Gareth Catt in un'intervista alla BBC, queste creature sono così rare che la loro esistenza rimane un mistero per la maggior parte delle persone. Questi marsupiali trascorrono le loro giornate scavando nella sabbia, il che significa che trascorrono pochissimo tempo in superficie. Gli scienziati non sono nemmeno sicuri di quanti individui si stima abbia questa specie.

“Conosco qualcuno che ha visto un topo, ma non sapeva cosa fosse e ha pensato che fosse un porcellino d'India”, ha detto.

READ  L’islamizzazione dell’istruzione in Kirghizistan è in aumento. Ansia nella società

Cat ha aggiunto che esiste un folto gruppo di animali sconosciuti. È necessario condurre ulteriori ricerche su di essi per garantire la loro sopravvivenza di fronte al cambiamento climatico.

– Nelle parti più estreme dell'ambiente, le condizioni ovviamente cominciano a cambiare. (…) Ha aggiunto che ciò esercita un'ulteriore pressione sugli animali che vivono veramente secondo le proprie possibilità.

Kanirinba Gokorba Martu Rangers, BBC

Fonte immagine principale: Kanirinba Gokorba (KJ) Martu Rangers

Torna in alto