Allerta antiaerea a Kiev. I residenti si trasferiscono nei rifugi

Le autorità di Kiev hanno emesso un allarme antiaereo e hanno invitato i residenti a trasferirsi nei rifugi. Il sindaco della città Vitaly Klitschko ha affermato che quattro stazioni della metropolitana, che non circolano più treni, sono riservate ai rifugi.

Il sito web delle autorità di Kiev ha ricevuto un allarme antiaereo e una chiamata ai rifugi.

I residenti di diversi distretti di Kiev hanno riferito delle sirene nei loro distretti. Aree di Obolonski, Łukjanowka e Podiłu.

Quattro stazioni della metropolitana: Berestejska, Nywky, Swiatoszyn e Żytomirska, attraverso le quali i treni non passano più, sono designate come rifugi. Durante l’allarme, tutte le altre stazioni sono disponibili 24 ore al giorno in modo che le persone possano aspettare dal pericolo.

Ha detto anche Klitschko È probabile che gruppi terroristici operino a Kiev. Ha invitato le persone a non scendere in piazza se non necessario.

Mercoledì sera Vladimir Putin ha annunciato il lancio di una “operazione speciale sul Donbass”. In un discorso televisivo, Putin ha giustificato la sua decisione chiedendo ai separatisti del Donbass, “indipendenza” riconosciuta dalla Russia in violazione del diritto internazionale. Secondo i documenti presentati dal leader russo, lo scopo di questa operazione è: “Militarizzazione e nazizzazione” dell’Ucraina.

Poco dopo l’ora della Polonia, iniziò l’invasione. Si sono sentite esplosioni nelle città di tutto il paese. Un aeroporto di Kiev è stato abbattuto.

Il Ministero degli Affari Esteri controlla la presenza degli ambasciatori polacchi in Ucraina

READ  Ucraina: sfratto dei residenti dalle aree controllate dai separatisti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.