Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Agrigento, quarantena prolungata: momenti di tensione al centro di accoglienza

Agrigento, quarantena prolungata: momenti di tensione al centro di accoglienza

Momenti di tensione al centro di accoglienza di viale Cannatello ad Agrigento. Un gruppo di migranti, dopo aver raccolto il proprio vestiario ed effetti personali, ha avanzato propositi di lasciare la struttura volontariamente, dopo aver concluso il periodo di quarantena.

Gli animi si sono surriscaldati, ancora di più, quando hanno appreso, che nessuno poteva uscire dall’edificio, e la quarantena prolungata di altre due settimane, poiché alcuni loro connazionali, ospiti della stessa struttura, sarebbero risultati positivi al Covid19. La protesta, poi, è rientrata.

La polizia di Stato, e il personale medico presenti sul luogo, hanno avviato un dialogo con i migranti, per convincerli a restare calmi, e a rispettare le regole in un momento difficile, per l’emergenza sanitaria in corso. Tutto questo mentre da giorni è stata rafforzata la vigilanza. Chiesta la chiusura della struttura, in quanto, ritenuta inadeguata e in pieno centro abitato.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su