Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Favara, l’incendio barcone migranti: raid vandalico o azione a sfondo razziale

Favara, l’incendio barcone migranti: raid vandalico o azione a sfondo razziale

Un raid vandalico, per il solo gusto di distruggere la struttura, oppure un’azione criminale a sfondo razzista. Sono le ipotesi privilegiate, su cui stanno lavorando i carabinieri della Tenenza di Favara, coordinati dalla Procura della Repubblica di Agrigento, sull’incendio che ha carbonizzato l’imbarcazione “El Peskador”, simbolo dell’accoglienza dei migranti, e della fraternità fra i popoli, collocata in un angolo del piazzale Belvedere, nel quartiere di San Francesco, a Favara.

La Procura della Repubblica di Agrigento ha aperto un fascicolo per fare luce sull’intera vicenda. Attualmente l’indagine è a carico di ignoti, con l’ipotesi di reato di danneggiamento a mezzo incendio.
I militari dell’Arma hanno verificato se nella zona vi sono collocate telecamere di impianti di video sorveglianza che possano aver ripreso gli incendiari, o altri elementi utili a identificare gli autori del brutto episodio.

“Abbiamo appreso la triste notizia del gesto vile, che ha colpito la nostra comunità – dice il sindaco di Favara Anna Alba -. El Peskador era un simbolo dell’immigrazione. Nell’auspicio che sia solamente un mero atto vandalico e non un gesto razzista».

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su